JVC DLA-Z1, proiettore laser 4K D-Cinema

jvc-dla-z1Nuovo modello di riferimento JVC per il cinema in casa, il DLA-Z1 è anche il primo proiettore HT della casa in vero formato 4K. In passato il costruttore giapponese ha proposto in ambito domestico esemplari con matrici Ultra HD e-shift, mentre in questo modello sono in reale formato D-Cinema 4K (4096 x 2160). Il diametro dei pannelli riflessivi D-ILA è stato ridotto a soli 16mm (0,69″), con pixel ravvicinati del 31% rispetto ai 3,8µm dei migliori predecessori.

Dimensioni e peso del telaio (43 kg) sono al contrario decisamente superiori alla media dei proiettori digitali. L’involucro adotta un disegno simmetrico, con l’applicazione di una verniciatura nera opaca per ridurre le riflessioni nelle sale cinema e una striscia centrale in alluminio.

Altro primato del DLA-Z1 è l’assegnazione del certificato THX 4K Display, merito in buona parte del sistema di illuminamento ibrido Blu-Escent. Composta da 48 diodi laser di colore blu abbinati a fosfori gialli, la sorgente garantisce un’intensità massima di 3000 lumen, rendendolo adatto ad illuminare schermi fino a 200″. Il gamut supera le specifiche DCI-P3, arrivando a coprire l’80% del range BT.2020, mentre la longevità è di 20.000 ore, alla quale contribuisce l’esclusivo controllo dinamico del flusso luminoso.

Di pari livello l’ottica, composta da 18 lenti in 16 gruppi con telaio in alluminio, nel cui interno trova posto un anello di colore dorato ad accentuarne le dimensioni maggiorate. Il diametro è infatti di 100mm contro i 65mm convenzionali, al fine di assicurare una perfetta uniformità fino agli angoli dello schermo. L’obiettivo dispone di funzione lens shift con range del 100% verticale e 43% in orizzontale. Cinque lenti dalla dispersione anomala, conformi al diverso indice di rifrazione R/G/B, consentono inoltre di minimizzare le aberrazione cromatiche.

Il nuovo JVC DLA-Z1 è compatibile con i segnali 3D e può riprodurre contenuti High Dynamic Range. Il supporto include lo standard open HDR-10 e il formato retrocompatibile HLG (Hybrid Log Gamma), approvato recentemente come standard per il broadcasting, mentre la connettività include due ingressi HDMI 2.0a con HDCP 2.2. Le griglie di areazione posteriori e anteriori aumentano la flessibilità di installazione del proiettore, munito anche di filtro aria professionale in grado di resistere alle più severe condizioni di utilizzo.

Con una simile dotazione tecnologica il DLA-Z1 non può certamente avere un costo abbordabile, venendo infatti commercializzato al prezzo decisamente molto elevato di circa 35.000,00€, che appare tuttavia adeguato al livello del prodotto.

jvc-dla-z1_black_front

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *