IFA GPC 2018

Berlino incontra Roma

Rassegna di idee prima ancora che di prodotti, IFA Berlino è la vetrina dell’entertainment domestico su scala globale. La Global Press Conference ci offre una preziosa anteprima.

Roma, aprile 2018

Ancora una volta il sole splende sulla tradizionale Global Press Conference di IFA Berlino. Questa volta il sole è quello di Roma. È stata infatti la nostra capitale ad ospitare i 320 giornalisti provenienti da ogni angolo del mondo che assieme allo staff di IFA, Messe Berlin e diverse aziende sono stati sopitati allo Sheraton Golf di Roma per una tre giorni di incontri.

La grande mostra dedicata all’elettronica di consumo quest’anno aprirà i battenti il 31 agosto per concludersi il 5 settembre.

Si annunciano golose novità in ogni settore, con alcune anticipazioni fatte trapelare nel corso della conferenza stampa. Tuttavia più che di prodotti si è parlato soprattutto di tendenze, andando a cogliere i dati recenti ed attuali per cogliere quelli che sono i prevedibili di sviluppi di un settore in costante evoluzione.

Sia ben chiaro, qui non si parla di audio, se non marginalmente, ma più in generale dell’ampio settore dell’home entertainment, della comunicazione mobile, della fotografia, del video, degli elettrodomestici intelligenti. In estrema sintesi, IFA Berlino raccoglie sotto lo stesso tetto tutti quei prodotti e servizi che contribuiscono al benessere e al piacere all’interno della propria casa. Sempre di più si coglie una tendenza verso soluzioni “environmental friendly”, in cui risparmio energetico e tutela dell’ambiente assumono a connotati distintivi. Sempre di più si sente parlare di prodotti legati alla salute e al benessere. Non stiamo certo parlando di avveniristici spazzolini elettrici o pentole intelligenti che migliorando la qualità del cibo, il piacere della tavola e riducono la bolletta elettrica o del gas. Qui c’è tutto questo e molto altro, ma soprattutto la consapevolezza che anche la salvaguardia del sonno, il benessere legato alla qualità dell’aria e tutto ciò che contribuisce a migliorare il piacere di vivere con la famiglia il proprio ambiente domestico è un business importante perchè la consapevolezza dello “star bene” è un bisogno fortemente sentito. Ci sono i colossi del settore, ma non mancano le piccole aziende che raccolgono la preziosa occasione di una ribalta che ha un respiro globale. Sono ormai molti i temi compresi nel comune denominatore della rivoluzione digitale, che ha raccolto nel proprio ambito settori un tempo distanti dell’elettronica di consumo.

Le analisi di mercato raccontate da Jürgen Boyny direttore generale di GKF per il settore della consumer electronics, mostrano ottimismo. Non ci sono certo le crescite esponenziali degli anni lontani, ma il mercato tiene e si rafforza nel settore (fondamentale soprattutto in Asia) degli smartphones e degli schermi. A IFA 2018 potremo vedere gli schemi in risoluzione 8K, display flessibili che possono essere addirittura arrotolati, pareti video modulari realizzati da micro LED, mentre sempre più avanzate tecnologie HDR porteranno il contrasto a livelli inediti. Televisione dunque sempre più grande e performante, ma anche sempre più connessa, con nuova attenzione al suono di questi schermi grazie a soundbar con 3D audio, riproduzione del senso di altezza e ovviamente altoparlanti wireless inseriti in sistemi multiroom. Tutto questo potrà essere gestito con controllo vocale, un punto comune anche a molti elettrodomestici di nuova generazione, a partire dai condizionatori d’aria. Non manca all’IFA una sezione hi-fi, anche se non squisitamente high-end per come siamo abituati (vedi l’evento di Monaco di cui parliamo in questo stesso numero).

Immagini sempre protagoniste. Da un lato per le caratteristiche video e foto inedite dei nuovi smartphones, dall’altro per il livello sempre più performante delle fotocamere specializzate che incorporano funzionalità video in 4K.

Nonostante le sue dimensioni IFA Berlino non è un evento esclusivo riservato alla stampa e agli operatori commerciali. È invece una vetrina inclusiva e si conferma una mostra adatta anche ai giovani e alle famiglie, uno spazio dove la curiosità tecnologica di grandi e piccoli trova la giusta cornice. Padiglioni impensabili per vastità, ampiezza di offerta e organizzazione. Non una mostra di prodotti, ma una rassegna di idee e progetti, una mostra, che come abbiamo più volte ricordato, prese avvio nel lontano 1924 con una “keynote” presentata nientemeno che da Albert Einstein. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti; la Germania stessa è stata protagonista in vario modo della storia europea, condividendo l’IFA la scena della Consumer Electronics con altri eventi di portata globale ma non perdendo il pluridecennale primato. Rimane quindi centrale per il nostro settore. Se a Berlino non ci siete ancora andati, quella dell’IFA potrebbe essere un’occasione preziosa. Se invece conoscete già la città che da qualche anno rappresenta forse la più accattivante tra le capitali moderne, allora è proprio nei giorni della grande rassegna negli spazi di Messe Berlin che troverete lo spunto per affiancare cultura e tecnologia. A coloro che sono golosi, Berlino ha ha offrire mete gastronomiche un tempo impensabili, da affiancare alle ben note mete culturali, architettoniche e storiche.

Bis bald in Berlin!

Marco Cicogna

 

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment