NOA Element N8

Il NOA Element N8 è uno smartphone Android con schermo da quasi 6” in formato 18:9 e dotato di una batteria ad alta capacità che ne consente l’impiego come strumento di lavoro senza curarsi eccessivamente dell’autonomia, ma senza dimenticare l’intrattenimento, grazie alle buone caratteristiche multimediali e alla presenza di una fotocamera principale provvista di due obiettivi e sensori.

Presentato durante IFA 2017, l’N8 è nato per ampliare le fila degli smartphone Element commercializzati dal marchio NOA, famiglia con la quale l’azienda croata Hangar 18 distingue i prodotti di maggior pregio. L’apparecchio che ci è stato messo a disposizione per la prova è in colorazione rossa, ma si trova in vendita anche nella finitura in nero.

NOA Element N8

Il telefono è implementato su un telaio unibody da 8,8 mm di spessore completamente in metallo satinato e uno schermo multitouch capacitivo HD+ – protetto da Gorilla Glass 4 – con proporzioni 18:9 (screen/body ratio 90%) e bordi curvi 2.5D. Nella parte alta del frontale rispetto alla capsula audio, accanto alla quale è inserito il LED di stato, sulla sinistra si trovano nell’ordine il sensore di prossimità/illuminazione e l’obiettivo della fotocamera frontale, dotata di un sensore Samsung S5K3P3SP06-FGX9 da 16 megapixel, mentre sulla destra si trova il flash LED frontale. Sul dorso del dispositivo due fasce plastiche – disposte agli estremi più corti – mascherano le varie antenne per la connettività mobile, provvista di radio quadri band in GSM e dual band in 3G, LTE in Cat. 4 (velocità teorica di 150 Mbps in download e 50 in upload), per Wi-Fi 802.11 b/g/n dual band, Bluetooth 4.0 A2DP e per il sensore GPS con A-GPS. Gli altri sensori comprendono accelerometro, giroscopio e bussola magnetica. Il microfono per la cancellazione del rumore si trova poco sopra i due obiettivi con apertura f/2.2 disposti in verticale, provvisti di un sensore da 13 megapixel a colori IMX258 Exmor RS di Sony e di un sensore da 5 megapixel in bianco e nero GC5025 prodotto da Galaxy Core. Tra il secondo degli obiettivi ed il lettore d’impronte è collocato il flash LED dual tone. Nel bordo inferiore è presente il connettore micro USB Type-C 2.0 per la ricarica della batteria ai polimeri di litio integrata da ben 5.000 mAh, il microfono principale e l’altoparlante di sistema con la griglia di protezione.

NOA ha implementato la tecnologia PumpExpress+ 2.0 di MediaTek per la ricarica rapida. Con l’obiettivo di rendere lo smartphone il più sottile possibile, la classica porta jack per gli auricolari è stata sostituita da un adattatore audio specifico su USB Type-C che viene fornito nella confezione di vendita.

Sul lato sinistro è disposto il vassoio estraibile che consente l’utilizzo di due nano SIM (in Dual Stand-By) oppure una nano SIM assieme a una memoria microSD fino a 256 GB per l’espansione della memoria di massa; sul lato destro ci sono il bilanciere per la regolazione del volume ed il tasto per accensione e stand-by dello smartphone. Il SoC scelto dai progettisti per governare la macchina è un Helio P10 a 64 bit di MediaTek, che contiene una CPU con doppio quad-core Cortex A53 a due frequenze (4 a 1.5 GHz e 4 a 1.0 GHz), una GPU dual-core Mali T860 MP2 a 650 MHz, 4 GB di memoria RAM e 64 GB di memoria interna, dei quali circa 52 GB sono disponibili per l’utente.

Dal punto di vista dei sensori, il dispositivo include l’accelerometro; presente anche il ricevitore radio FM con RDS, divenuto ormai una rarità almeno nei dispositivi più recenti. Nella confezione sono inclusi il caricabatterie, il cavetto micro-USB Type-C, lo strumento per estrarre il vassoio SIM, gli auricolari in-ear con relativo adattatore Type-C ed una pellicola protettiva per lo schermo.

Come per gli altri dispositivi della famiglia Element, anche per N8 vale NOA Premium Care, che lo protegge per 12 mesi da danneggiamenti dovuti ad acqua, fuoco, elettricità, cadute e furto.

NOA Premium Care

Per quanto riguarda il software di sistema, il NOA Element N8 impiega Android in versione 7.0 (Nougat) con un launcher personalizzato dalla Casa (figura 1); le applicazioni installate comprendono quelle della cosiddetta versione “stock” del sistema operativo, oltre al client di posta BlueMail (figura 2), molto utile per l’attività professionale.

Figura 1 – L’interfaccia utente offerta sul NOA Element N8 è gestita da un launcher proprietario, ma le app sono quelle standard di Android 7.0 Nougat.

 

Figura 2 – L’unica concessione tra le app è il client di posta Bluemail, per il resto ci sono quelle “stock” di Android.

Non posso fare a meno di notare che dal punto di vista del design, la disposizione delle antenne dell’N8 ha più di qualcosa di simile a quella dell’iPhone 7 di Apple il quale, d’altro canto, ha un tipo di estetica alla quale si ispira la maggior parte degli smartphone Android di simile categoria. Il mix tra bordi laterali arrotondati e metallo satinato rende la presa leggermente scivolosa, pertanto l’apparecchio va impugnato abbastanza saldamente. Il lettore d’impronte sul retro è sufficientemente rapido, a volte, però non riconosce il polpastrello al primo colpo, occorre in ogni caso evitare di avere le mani umide o grasse, altrimenti l’impronta non viene riconosciuta.

L’ampio display è di buona qualità ed offre un angolo di visione piuttosto ampio. Grazie all’adattamento automatico della luminosità, lo schermo è ben leggibile anche sotto l’illuminazione solare diretta. L’interfaccia grafica sfrutta il launcher NOA, che non sconvolge particolarmente il modo di operare al quale l’utente Android è abituato; le app sono quelle della versione stock del sistema operativo.

Figura 3 – Il test della memoria interna evidenzia l’ottima velocità di trasferimento dati.

 

Figura 4 – Le prestazioni di elaborazione sono nell’ordinario nonostante il processore octa-core.

La qualità della voce durante le chiamate è buona, la potenza dell’altoparlante di sistema in vivavoce è nella media; la navigazione sotto copertura 4G ha dato risultati soddisfacenti nonostante una velocità massima in download di circa 40 Mbps (figura 5), probabilmente dovuta a un po’ di congestione delle celle alle quali l’N8 era connesso. La doppia antenna in dotazione sembra agevolare la ricezione del segnale, più che sufficiente anche nelle condizioni più difficili come in zone con scarsa copertura. La connettività Wi-Fi permette il collegamento ad access point dual band, sebbene non vi sia evidenza nelle caratteristiche di targa del dispositivo. Il GPS ha il pregio di essere molto rapido, durante il test ha impiegato circa 10 secondi per agganciare il primo satellite senza sfruttare l’A-GPS (figura 6).

Figura 5 – La navigazione Internet su connessione mobile si mostrata veloce, sia in download sia in upload.

 

FIgura 6 – Il sensore GPS è stato rapidissimo a eseguire l’aggancio dei satelliti.

La fotocamera principale con doppio sensore permette di realizzare riprese di buona qualità e discreta resa cromatica, soprattutto in condizioni di luce ottimali (foto 1); le foto con scarsa illuminazione presentano un eccessivo livello di rumore (foto 2).

Foto 1 – Le foto prodotte dal sensore Sony IMX258 sono di discreta qualità se scattate in buone condizioni di illuminazione come in questo esempio.

 

Foto 2 – Le foto in interni, nonostante una resa cromatica abbastanza equilibrata, risultano appena sufficienti.

L’effetto bokeh, che consente di centrare la messa a fuoco sul soggetto principale, fa parte delle funzionalità offerte dalla fotocamera, l’elaborazione dell’immagine è però tarata su un viso o una persona e quindi in altre situazioni (come quella della foto 3 di test) si ottiene un risultato poco coerente.

Foto 3 – Come si può vedere da questa ripresa, l’elaborazione per l’effetto bokeh è tarata su un viso o una persona.

Il sistema è in grado di registrare video in HD oppure in Full HD. Manca, purtroppo, la stabilizzazione digitale delle immagini. La fotocamera frontale è provvista di flash per migliorare l’esposizione durante i selfie con poca luce, le foto sono più che discrete e faranno felici gli appassionati di autoritratti.

Per verificare la compatibilità con le diverse tipologie di contenuti multimediali ho compiuto un’estesa sessione di test; sfortunatamente, le specifiche non riportano i formati supportati. Riguardo alle tracce musicali, oltre ai soliti formati compressi che costituiscono la norma (MP3, AAC e OGG Vorbis), lo smartphone riproduce con qualità più che sufficiente brani in alta risoluzione in formato FLAC e WAV (con campionamento fino a, rispettivamente, 192 kHz/24 bit e 384 kHz/24 bit), mentre i brani codificati in WMA, AIFF e ALAC non sono riprodotti. Il riproduttore video integrato gestisce quelli codificati AVC e DivX senza problemi, mentre i file in MPEG-4 Visual ci mette un po’ a digerirli, ma poi li riproduce. Niente da fare, invece, per le codifiche MPEG-2 e VC-1, come per l’audio in AC-3 o DTS, ma si può ovviare installando un’app, MX player, con i codec relativi. Tra le varie app preinstallate nel dispositivo c’è DTS Sound, che permette di migliorare il suono con l’elaborazione DTS. Carini e funzionali gli auricolari dotati di cavetto gommato, si indossano comodamente ed offrono un ascolto ben esteso in gamma bassa.

L’app galleria fotografica apre file JPG, PNG e MPO (in formato 3D), mentre con i file in formato GIF ha visualizzato soltanto un’immagine con risoluzione 1530×1024 pixel, altrimenti non è stata in grado di leggerle. A completamento della sezione multimediale la radio FM che ha evidenziato una buona ricezione (figura 7); l’app permette la registrazione delle trasmissioni sulla memoria interna in formato AAC LC a 128 Kbit/s.

Figura 7 – Lo smartphone prevede la radio FM, ormai una rarità negli apparecchi più recenti.

L’autonomia della batteria integrata è molto elevata e permette di utilizzare il dispositivo per almeno un giorno e mezzo prima di dover mettersi a cercare una presa di corrente.

Conclusioni

Il NOA Element N8 è un apparecchio dalle dimensioni importanti, però abbastanza maneggevole grazie allo spessore ridotto e al peso – relativamente – contenuto; piuttosto veloce e preciso il lettore d’impronte. Il display è luminoso, la fotocamera principale realizza degli scatti di qualità sufficiente per la maggior parte delle tipologie di ripresa. Buona la sezione radiomobile, la gestione della doppia SIM consente un uso lavoro/privato con un unico dispositivo. Il prezzo molto accattivante è allineato con le caratteristiche del prodotto, acquistabile soltanto via e-commerce, e reso ancor più interessante dalla copertura Premium inclusa per un anno.

di Marco Meta

 


Ci è piaciuto:

  • Qualità costruttiva
  • Durata batteria
  • Garanzia “Premium”

Non ci è piaciuto:

  • Nulla da segnalare

Carta d’identità

Marca: NOA

Modello: Element N8

Tipo: Smartphone Android Dual SIM Dual Standby

Dimensioni: 158,3×74,8×8,8 mm

Peso: 186 g

 

Principali caratteristiche dichiarate

Sistema Operativo: Android 7.0 (Nougat)

Frequenze di lavoro: 2G 850/900/1800/1900 MHz – 3G 900/2100MHz – 4G LTE FDD: B1/B7/B9/B20 – 4G LTE TDD: B38/B40

Traffico Dati: GPRS/EDGE/UMTS/HSPA+/LTE

Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n dual band, Bluetooth 4.0 A2DP, micro-USB Type-C 2.0

Processore: MediaTek Helio P10 (MT6750T) – 64 bit – octa-core (4×1.5 GHz + 4×1.0 GHz) + GPU Mali-T860 MP2

RAM: 4 GB.

Memoria interna: 64 GB (disponibile 52 GB circa).

Espansione memoria: microSD fino a 256 GB

Display: TFT multitouch capacitivo 18:9 da 5.99” HD+ con risoluzione 1440×720 pixel (320 dpi).

Lettore impronte digitali: posteriore.

Batteria: 5.000 mAh.

Fotocamera principale: dual 13+5 Megapixel (4160 x 3120) con autofocus PDAF; flash dual LED.

Fotocamera anteriore: 16 Megapixel (4208 x 3456); flash LED.

Distributore per l’Italia: NOA – www.noa-mobile.eu

Prezzo: € 279,00

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment