Xonor 4X

Velocità e convenienza

La proposta Honor è formata da un gruppo di smartphone e phablet che hanno un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Tutti hanno a bordo la tecnologia e l’esperienza di Huawei, il più grande player cinese nel campo degli apparati di telefonia mobile.

Honor 4X è inserito nella fascia media dei prodotti del nuovo marchio originato e lanciato dalla cinese Huawei in occasione del Mobile World Congress di quest’anno, ed è uno dei primi dispositivi ad essere dotato di un chipset a 64 bit, l’HiSilicon Kirin 620, di proprietà della stessa Huawei. Questa nuova CPU a otto core con 1,2 GHz di clock è affiancata da una GPU Mali-450 MP e da una RAM che, secondo la moda più recente, ammonta a ben 2 GB. Ci sono 8 GB di memoria interna (di cui poco meno della metà disponibile all’utente per i propri archivi) espandibili con microSD fino a 32 GB.

160-162-AR367-Honor-4X-1

Naturalmente la sezione telefonica è il punto forte di questo phablet a doppia SIM Dual Standby (è reperibile in rete anche la versione Full Active, N.d.R.); i dati di targa riportano il supporto alle reti mobili tri-band GSM/GPRS/EDGE, dual-band in WCDMA (3G) e quadri-band in LTE in Cat. 4, che consente valori teorici di downlink a 150 Mbps e di uplink a 50 Mbps. Possiede la connettività Wi-Fi 802.11 b/g/n con supporto a Wi-Fi Display e Wi-Fi Direct, e il Bluetooth in versione 4.0.

Questo phablet, dalle forme abbastanza convenzionali, ha il display IPS (In Plane Switching), tecnologia che consente di economizzare il consumo energetico mantenendo una buona qualità dei colori, in versione multitouch a 10 punti da 5,5” HD (1.280×720 pixel); manca la protezione Gorilla Glass o simile, però in fabbrica viene applicata una pellicola protettiva. Nella parte superiore dello schermo ci sono il LED di notifica, il sensore di luminosità ambientale e di prossimità, la capsula audio per le chiamate e la fotocamera frontale da 5 megapixel, mentre nella parte bassa sono visibili i tre tasti soft-touch che non sono retroilluminati, ma soltanto cromati.

160-162-AR367-Honor-4X-2

Nel bordo inferiore è presente la griglia dell’altoparlante per l’ascolto in vivavoce, la porta microUSB 2.0 per la ricarica della batteria e il collegamento al computer, e il microfono principale. Il microfono secondario, utilizzato per la riduzione del rumore ambientale, è posizionato sul bordo superiore del phablet, che circa nel mezzo presenta la presa da 3,5 mm per il collegamento degli auricolari. Il tasto per l’accensione/stand-by e il bilanciere del volume sono collocati nel lato destro dell’apparecchio. Sul retro del dispositivo, nell’angolo sinistro in alto, è visibile la fotocamera principale con sensore Sony da 13 megapixel, apertura f/2.0 e flash LED, in grado di riprendere video 1.080p @30fps. Rimuovendo la cover (disponibile anche in versione bianca), in plastica stampata con un effetto “tessuto” e sulla quale reca inciso il marchio, si accede agli slot per le due microSIM e per la memoria microSD, mentre si nota che la batteria non è rimovibile, ma offre una capacità dichiarata di 3.000 mAh. Per completare la lista dei componenti hardware presenti citiamo GPS, A-GPS, Glonass (il sistema satellitare russo), giroscopio, accelerometro, bussola elettronica, e i sensori di direzione, gravità e rotazione, e la radio FM. Nella confezione sono inclusi il caricabatterie USB da viaggio a tensione universale con output 5 V/1 A, il cavo USB/microUSB e dei semplici auricolari con microfono, assieme alla guida rapida multilingue.

superiore-honor

La versione di Android presente nella macchina è la 4.4.2 (KitKat), ma nel breve periodo dovrebbe essere rilasciato l’aggiornamento alla 5.0 (Lollipop), il quale sarà in grado di sfruttare l’architettura a 64 bit del chipset. Il 4X è dotato dell’interfaccia utente EMUI (Emotion UI) giunta alla versione 3.0, tipica dei prodotti Huawei, che va a sostituire il classico launcher di Android; ci sono, inoltre, alcune interessanti funzionalità aggiuntive, presenti in apparecchi di categoria più elevata, come il doppio tap per lo sblocco del display e la possibilità di tracciare una lettera col dito sullo schermo spento per lanciare alcune applicazioni predefinite. A completare la dotazione software le applicazioni caricate in fabbrica, quali un gestore archivi, la suite WPS Office per editare i file Microsoft Office, un’app per il backup del contenuto del phablet sul cloud, uno strumento per la gestione e ottimizzazione del sistema, diversi giochi e varie utility come la torcia, lo specchio e la lente di ingrandimento, che sfruttano le due fotocamere del dispositivo.

La prova: tuttofare molto veloce

Nonostante la stazza, Honor 4X si maneggia abbastanza agevolmente, ma in alcuni casi sarà difficile utilizzarlo con una sola mano. Costruito con materiali plastici, offre una discreta compattezza; la cover ha un discreto grip. Lo metto in carica per utilizzarlo al massimo della capacità e al completamento rimuovo la cover per installare le SIM card, in formato micro, e una microSD. Poiché l’apparecchio non lascia molta memoria a disposizione dell’utente, è consigliabile l’utilizzo dello slot di espansione che, tra l’altro, può essere impostato come memoria principale, pertanto suggerisco di utilizzare almeno una microSD in classe 10.

La pagina delle scorciatoie riporta gran parte dei collegamenti utili a configurare rapidamente il comportamento del phablet.

La pagina delle scorciatoie riporta gran parte dei collegamenti utili a configurare rapidamente il comportamento del phablet.

La gestione delle SIM è abbastanza semplificata.

La gestione delle SIM è abbastanza semplificata.

Tra i vari setting, il software permette di definire l’accesso alla rete, mobile o Wi-Fi, per singola applicazione, così da evitare eventuali consumi eccessivi del proprio piano dati. Il display HD è ben visibile anche da angolazioni ampie e ha una buona regolazione automatica della luminosità, inoltre una delle impostazioni permette di variare la temperatura colore secondo i propri gusti; la pellicola di protezione che si trova applicata sullo schermo non è oleofobica, quindi bisognerà scegliere se lasciarla e pulirla spesso, oppure toglierla e fare molta attenzione per evitare eventuali rigature dovute a urti, chiavi, monete e altro. Il touch risponde in modo abbastanza preciso al tocco.

Per quanto riguarda il software, l’interfaccia Emotion UI 3.0 è carina, molti i temi disponibili che possono trasformarla completamente, ed ha un sacco di funzionalità utili (per esempio le gesture e il doppio tap per accendere lo schermo). Simpatica la funzionalità per utilizzare immagini diverse per il blocco schermo: bisogna ricordarsi di abilitare il download soltanto su connessione Wi-Fi per risparmiare traffico dati mobile. La gestione della doppia SIM, rispetto ad altri apparecchi che ho provato, non permette di dare una colorazione diversa alle barre di segnale e quindi alle voci presenti nel registro delle chiamate; dal software si può assegnare alternativamente l’accesso LTE a una delle SIM. La qualità della ricezione e delle chiamate è ottima, l’altoparlante in vivavoce è poco potente.

Il browser Internet consente una buona navigazione di siti in versione mobile, mentre subisce qualche rallentamento con le corrispettive versioni desktop.

Il browser Internet consente una buona navigazione di siti in versione mobile, mentre subisce qualche rallentamento con le corrispettive versioni desktop.

Il riproduttore per i brani musicali è molto ordinato.

Il riproduttore per i brani musicali è molto ordinato.

Le prestazioni nel trasferimento dati rilevate su rete LTE sono di ottimo livello.

Le prestazioni nel trasferimento dati rilevate su rete LTE sono di ottimo livello.

La navigazione su rete LTE è molto veloce (in una prova ho raggiunto un picco di quasi 25 Mbit/s in download) e stabile. Il GPS non è stato immediato nel fix dei satelliti, ha impiegato quasi un paio di minuti, però poi funziona perfettamente, con uno schermo così grande ci vuole poco a trasformare il 4X in un ottimo navigatore per auto. Inizio a provare le caratteristiche multimediali del phablet partendo dal player video integrato, che consente la visione di file codificati DivX, XviD, AVC, MPEG2, MPEG4, 3GPP e WMV; i video Full HD vanno leggermente a scatti, mentre ad una minore risoluzione corrisponde una maggiore fluidità. Peccato per la mancanza della decodifica dell’audio AC-3, DTS o MP2. Il riproduttore audio permette l’ascolto di tracce MP3, AAC, AAC+, AMR, AMR-WB, Ogg Vorbis, MIDI, M4A, WMA, WAV e FLAC; in particolare, per quest’ultimo formato è possibile riprodurre senza problemi file in alta risoluzione fino a 96 kHz/24 bit, mentre a questa risoluzione le tracce WAV hanno qualche breve interruzione. In ogni caso, la qualità di ascolto con una cuffia di discreto livello si è dimostrata piuttosto buona, grazie all’intervento dell’elaborazione DTS Sound che interviene sulla spazialità del segnale originale e produce molto brio sulle basse frequenze.

Quando è impostata la modalità di risparmio energetico "ultra", l'interfaccia utente mette a disposizione soltanto chiamate e messaggi.

Quando è impostata la modalità di risparmio energetico “ultra”, l’interfaccia utente mette a disposizione soltanto chiamate e messaggi.

Il risultato del benchmark effettuato con l’app AnTuTu evidenzia un valore delle prestazioni complessivamente discreto.

Il risultato del benchmark effettuato con l’app AnTuTu evidenzia un valore delle prestazioni complessivamente discreto.

Riguardo agli auricolari inclusi nella confezione, posso affermare che sono di sufficiente qualità per le chiamate. I riproduttori multimediali non includono l’accesso a sorgenti condivise via DLNA, pertanto per approfittare dei server presenti in casa bisogna installare una delle applicazioni disponibili sul Play Store, per esempio Bubble UPnP. Abbastanza completo il software della fotocamera, con diverse opzioni, tra le quali la modalità chiamata “All focus”, che permette, per i primi piani, di modificare l’area di messa a fuoco successivamente allo scatto, oppure “Filigrana”, che inserisce in sovraimpressione le informazioni meteo e del luogo. Gli scatti migliori sono quelli realizzati con buona illuminazione, sufficienti quelli in condizioni di scarsa luminosità, non molto rumorosi ma poco nitidi. Sufficienti anche le riprese video Full HD con frame rate di 30 fps, codifica AVC e audio AAC. La radio FM, ormai snobbata dalla maggior parte degli apparecchi più recenti (tra qualche anno è previsto lo “switch-off” anche in Italia verso il Digital Audio Broadcast delle trasmissioni in modulazione di frequenza, con buona pace di tutti gli appassionati dell’etere), manca della funzione RDS, ma in compenso ha un’ottima qualità di ricezione.

Per terminare, l’autonomia della batteria da 3.000 mAh è ottima, con un utilizzo intenso si arriva sicuramente a fine giornata, mentre con un utilizzo limitato si riesce a superare le due giornate prima di ricorrere alla carica. Inoltre, non va dimenticato che l’apparecchio ha una modalità di risparmio energetico “ultra”, attivabile dall’utente per sfruttarlo esclusivamente su chiamate e messaggi.

Conclusioni

Le prestazioni dell’Honor 4X sono di buon livello e personalmente ritengo l’interfaccia utente Emotion UI 3.0 accattivante e ben fatta. Grazie al doppio slot SIM si ha la possibilità di sfruttare un solo dispositivo per lavoro e svago. Il prezzo è molto competitivo, tenuto conto dell’affollamento presente nella sua fascia.

Foto1

Le foto scattate alla massima risoluzione, 13 megapixel, sono in formato 4:3. In questo esempio (Ponte Vecchio a Firenze sullo sfondo) la qualità è abbastanza buona.

di Marco Meta


Ci è piaciuto

  • Qualità audio in chiamata
  • Ricezione e velocità navigazione in 4G
  • Interfaccia utente EmotionUI

Non ci è piaciuto

  • Nulla da segnalare

Carta d’identità

  • Marca: Honor
  • Modello: 4X (Che2-L11)
  • Tipo: phablet Android
  • Dimensioni: 152,9x77x8,65 mm
  • Peso: 170 g

Caratteristiche principali dichiarate

  • Sistema Operativo: Android 4.4.2 (KitKat).
  • Frequenze di lavoro: 2G 900/1.800/1.900 MHz – 3G 900/2.100 MHz – 4G LTE 800/1.800/2.100/2.600.
  • Traffico dati: GPRS/EDGE/UMTS/HSPA+/LTE.
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.0, microUSB 2.0.
  • Processore: octa-core 1,2 GHz (HiSilicon Kirin 620 – 64 bit).
  • RAM: 2 GB.
  • Memoria interna: 8 GB (disponibile 3,65 GB).
  • Display: IPS multitouch da 5,5” HD con risoluzione 1.280×720 pixel (267 ppi).
  • Batteria: 3.000 mAh.
  • Fotocamera principale: 13 megapixel (4.160×3.120) con flash LED.
  • Fotocamera anteriore: 5 megapixel (2.560×1.920)

Distribuito da: Huawei Technologies Co. Ltd. – www.hihonor.com


 

 

 

Author:

Share This Post On

Submit a Comment