Sony HT-XT3

La soundbase per l’audio ad alta risoluzione

Se si vuole ascoltare meglio i programmi TV o rendere più avvincente la visione dei film evitando di riempire il salotto di diffusori e cavi, l’alternativa per molti è l’acquisto di un sistema compatto come la soundbase HT-XT3 proposta da Sony, fornito di pass-through 4K, supporto all’audio ad alta risoluzione e numerose utili caratteristiche aggiuntive per l’ascolto della musica tra le quali l’accesso a Spotify, TuneIn e la compatibilità GoogleCast.

apertura_FDS1181

Le soundbar e soundbase sono dispositivi pensati per emulare le caratteristiche dei sistemi multicanale, in una scala molto più ridotta. In questo caso abbiamo ricevuto la nuova soundbase di Sony, il modello HT-XT3, che fa parte della famiglia di prodotti 2015 della casa giapponese. Il dispositivo è una vera e propria cassa, abbastanza sottile (meno di 9 cm di spessore), larga 75 cm e profonda quasi 36 cm, realizzata con un telaio rinforzato e ricoperto in materiale plastico nero lucido, in grado di sopportare un carico fino a 50 kg, quindi utilizzabile anche come base per TV di grande formato, fino a 65 pollici.

Ecco come appare sotto la griglia

Ecco come appare sotto la griglia

Appena sopra la griglia frontale rimovibile, in posizione centrale, sono posizionati i tasti a sfioramento per l’accensione/stand-by, la selezione dell’ingresso, l’accoppiamento Bluetooth e la regolazione del volume; sempre al centro, ma dietro la griglia, si trova il piccolo display informativo, mentre ai lati sono collocati i driver a 2 vie coassiali per la riproduzione delle frequenze medio-alte.

Una vista sottosopra permette di mettere in evidenza i due driver da 110 mm del subwoofer.

Una vista sottosopra permette di mettere in evidenza i due driver da 110 mm del subwoofer.

Per la gamma bassa, invece, c’è il doppio subwoofer posto nella parte inferiore del mobile, tenuto a distanza dalla superficie di contatto grazie ai piedini in gomma. Nell’unità è impiegato un amplificatore digitale S-Master HX, che gestisce il segnale in modalità completamente digitale e sfrutta un sistema di noise shaping alle altissime frequenze per minimizzare l’errore di quantizzazione. Nella parte posteriore, sulla sinistra si trova la porta ethernet 10/100 Mbit, l’uscita HDMI con supporto ARC e HDCP 2.2, i tre ingressi HDMI, di cui uno compatibile HDCP 2.2 per supportare i contenuti 4K (la soundbase gestisce il passthrough del materiale a questa risoluzione), l’ingresso audio analogico su jack da 3,5 mm, la porta digitale in formato ottico e, sulla destra, il cavo di alimentazione e l’apertura del condotto bass reflex.

Sul lato destro dell'unità si trova la zona di contatto NFC per l'accoppiamento Bluetooth semplificato e la porta USB per hard disk e memorie esterne.

Sul lato destro dell’unità si trova la zona di contatto NFC per l’accoppiamento Bluetooth semplificato e la porta USB per hard disk e memorie esterne.

Sul lato destro, guardando l’unità da davanti, è collocata l’area di contatto NFC per semplificare l’accoppiamento via Bluetooth con i dispositivi compatibili e la porta USB 2.0 per il collegamento di memorie a stato solido e hard disk. Riguardo al Bluetooth, nell’HT-XT3 è integrato il codec LDAC, una tecnologia di Sony che migliora l’esperienza di ascolto wireless per merito della riduzione della compressione dell’audio. Oltre alla connettività di rete cablata, la soundbase offre la connettività Wi-Fi, che può essere sfruttata per collegarsi alla rete domestica o per effettuare il mirroring dei dispositivi mobili, grazie alla compatibilità Miracast.

In posizione centrale, poco sopra la griglia di protezione sono collocati cinque tasti a sfioramento per il controllo diretto dell'HT-XT3.

In posizione centrale, poco sopra la griglia di protezione sono collocati cinque tasti a
sfioramento per il controllo diretto dell’HT-XT3.

Attraverso il collegamento in rete è possibile ascoltare musica presente nei server DLNA oppure con i servizi Google Cast, Spotify e TuneIn. Per il controllo dell’unità, Sony distribuisce gratuitamente SoundPal, un’app per dispositivi iOS e Android, che consente di gestire l’ascolto multi-room quando sono presenti in rete locale dispositivi compatibili, riconosciuti automaticamente dall’app stessa. La soundbase è in grado di decodificare le tracce dei Blu-ray codificate in Dolby TrueHD e DTS HD Master Audio, mentre per migliorare l’ascolto di tracce compresse (es. MP3) utilizza la tecnologia DSEE HX. La confezione comprende il telecomando con le relative batterie, un cavo ottico per la connessione digitale, la guida rapida e le istruzioni operative.

retrocondida-sony

La prova

L’installazione a livello software della soundbase è abbastanza semplice, però in quella fisica le dimensioni e il peso non proprio indifferente assieme alla collocazione dei due subwoofer nella parte inferiore potrebbero creare qualche difficoltà, per cui sarebbe bene farsi aiutare da un’altra persona per collocarla sul mobile prescelto.

La schermata principale della soundbase Sony permette di accedere a tutte le funzioni e, nel caso della presenza in rete locale di server DLNA, questi vengono automaticamente riconosciuti.

La schermata principale della soundbase Sony permette di accedere a tutte le funzioni e, nel caso della presenza in rete locale di server DLNA, questi vengono automaticamente riconosciuti.

Il mirroring permette di riprodurre sul TV i contenuti presenti nei dispositivi mobili, mediante la connessione Wi-Fi diretta.

Il mirroring permette di riprodurre sul TV i contenuti presenti nei dispositivi mobili, mediante la connessione Wi-Fi diretta.

Per l’accensione si può utilizzare il telecomando o il tasto a sfioramento presente nella parte superiore del bordo frontale. Se si collega l’HT-XT3 alla rete cablata o alla rete Wi-Fi domestica si può accedere, grazie alla compatibilità DLNA, ai server presenti in rete.

Il modo migliore per gestire la riproduzione audio (anche in multi-room, con gli altri apparecchi compatibili) è attraverso l’applicazione gratuita SongPal: in pratica può sostituire il telecomando per scegliere la sorgente e controllare il volume, inoltre permette di scorrazzare liberamente tra i contenuti disponibili in rete locale e i servizi di streaming come TuneIn, per accedere alle radio che sfruttano Internet per le trasmissioni, e l’onnipresente Spotify, che tanto ha avuto successo tra gli utenti mobili.

Tutte le tipologie di tracce che sottopongo al dispositivo, senza tenere in particolare considerazione quelle diffuse sui dispositivi mobili (MP3, AAC, WMA e Ogg Vorbis provati e funzionanti), a partire dal FLAC e WAV a 44,1 kHz/bit fino ai 192 kHz/24 bit sono accettate senza alcun problema, così come i file DSD 64 e 128. L’audio viene riprodotto con chiarezza e potenza, l’amplificazione S-Master HX svolge il suo dovere; il subwoofer, di notevole potenza, ha una sua regolazione di volume indipendente.

L'app SongPal permette di accedere a tutti i dispositivi (e gruppi di essi) presenti in rete locale.

L’app SongPal permette di accedere a tutti i dispositivi (e gruppi di essi) presenti in rete locale.

Nell'app è incluso un riproduttore capace di accedere alla musica condivisa via DLNA.

Nell’app è incluso un riproduttore capace di accedere alla musica condivisa via DLNA.

Con l'app si possono eseguire tutte le operazioni senza la necessità di avere il telecomando a portata di mano e attivare lo streaming via Google Play Musica (Google Cast), Spotify e TuneIn Radio, oltre a gestire la riproduzione multi-room.

Con l’app si possono eseguire tutte le  operazioni senza la necessità di avere il telecomando a  portata di mano e attivare lo streaming via Google Play Musica (Google Cast), Spotify e TuneIn Radio, oltre a gestire la riproduzione multi-room.

Funziona bene anche lo streaming via Bluetooth dei contenuti su smartphone e tablet. C’è la compatibilità con Google Cast, ma per inviare lo streaming dei brani contenuti su terminale Android è necessaria un’applicazione come LocalCast. Collegando un lettore Blu-ray a una delle porte HDMI disponibili sul retro si può apprezzare la capacità di decodificare le tracce audio multicanale, che vengono riprodotte con elevata potenza e discreta qualità, anche nelle versioni HD di Dolby e DTS; tra le impostazioni è presente la regolazione della sincronizzazione dell’audio col video.

Certo, l’effetto surround non è quello di un tipico sistema completo, ma considerando l’oggetto in questione ci si può accontentare. Dal punto di vista del video, non sono apprezzabili alterazioni in uscita rispetto al segnale originale.

 

Conclusioni

Con dispositivi come soundbar e soundbase si deve scendere a compromessi nell’ascolto della musica: la qualità è sufficiente, però la “user experience” non è certamente paragonabile a quella con un sistema Hi-Fi o Home Theater completo. La compatibilità con molti formati di musica liquida (tra questi anche DSD) è però un fattore positivo, inoltre la possibilità di operare in modalità multi-room potrebbe rivelarsi utile per sonorizzare ambienti multipli assieme agli altri dispositivi della serie 2015 di Sony, quindi un eventuale acquisto va considerato soprattutto in funzione delle numerose possibilità operative dell’apparecchio.

di Marco Meta


Ci è piaciuto

  • Compatibilità audio ad alta risoluzione
  • L’app SongPal
  • Possibilità di utilizzo multi-room

Non ci è piaciuto

  • Limitazioni degli effetti surround

Carta d’identità

  • Marca: Sony
  • Modello: HT-XT3
  • Tipo: soundbase
  • Dimensioni: 750x83x358 mm
  • Peso: 10,5 kg

Caratteristiche principali dichiarate

  • Sistema di altoparlanti: 2 driver coassiali (2 vie) con subwoofer (2 driver da 110 mm).
  • Canali amplificatore: 2.1.
  • Potenza di uscita: 350 W (totale).
  • Connessioni: 3 ingressi HDMI, 1 ingresso digitale ottico, 1 ingresso audio analogico su jack da 3,5 mm, 1 uscita HDMI, 1 porta USB 2.0 tipo A, porta Ethernet 10/100 Mbps, Wi-Fi 802.11, Bluetooth, NFC

Distribuito da: Sony Europe Limited Sede Secondaria Italiana, Via Galileo Galilei 40, 20092 Cinisello Balsamo (MI). Tel. 199151146
Fax 02 61838479 servizio.consumatori@ eu.sony.com

Autore: redazione

Condividi questo post su

Pubblica un commento