Haier L56

Economico, ma completo

Haier è il più grosso produttore di elettrodomestici e da qualche tempo si sta mettendo in luce anche in comparti come telefonia mobile e Smart TV: L56, apparecchio che fa parte della serie Leisure presentata al Mobile World Congress 2016, è un prodotto che può essere catalogato tra quelli di classe economica, ma possiede caratteristiche molto interessanti.

Nell’industria dell’elettronica di consumo la diversificazione è un fattore fondamentale: da anni Haier si guadagna il riconoscimento come maggior costruttore di elettrodomestici e da qualche tempo sta proponendo Smart TV e cellulari per estendere la propria copertura merceologica di settore.

Lo smartphone in questione è l’L56, un cellulare presentato alla fine di febbraio durante il Mobile World Congress di Barcellona, che ad un prezzo piuttosto contenuto, 179 euro, offre diverse caratteristiche e funzionalità privilegio di apparecchi di classe superiore, a partire dal telaio in metallo satinato, disponibile nelle due colorazioni Grey e Gold. L’apparecchio è dotato di uno schermo IPS On-Cell con i bordi arrotondati 2,5D da 5” e risoluzione HD (1.280×720); le cornici laterali sono abbastanza ridotte.

Nella parte inferiore del frontale sono collocati i tre tasti a sfioramento per richiamare i menu delle app, passare alla pagina home e tornare indietro, mentre nella parte superiore sono presenti, ai lati della capsula audio, i sensori di prossimità e di luminosità ambientale, un LED di notifica e la fotocamera da 5 megapixel. Il lato posteriore presenta agli estremi due fasce in materiale plastico per la trasparenza ai segnali delle antenne: quella superiore contiene l’obiettivo della fotocamera principale con Phase Detection Autofocus e sensore da 13 megapixel, il flash LED e il microfono per la riduzione dei rumori ambientali, mentre quella in basso mostra una griglia che nasconde l’altoparlante di sistema per le chiamate in vivavoce.

Nel bordo inferiore è collocata la presa microUSB per il collegamento al computer e la ricarica della batteria da 2.200 mAh non rimovibile, assieme al microfono principale; in quello superiore è presente la presa per jack cuffie da 3,5 mm. Guardando l’L56 da davanti, sul bordo destro è inserito il bilanciere del volume col tasto per l’accensione/ standby; sul bordo sinistro è invece visibile il forellino per l’estrazione del piccolo vassoio che consente l’installazione di una nanoSIM e della microSD fino a 64 GB per l’espansione della memoria interna, oppure, al posto della microSD, è possibile inserire una seconda nanoSIM.

Relativamente all’unità di elaborazione, lo smartphone è dotato di un SoC MT6735 prodotto da Mediatek, con CPU 64 bit quad-core a 1,3 GHz e GPU Mali-T720, 2 GB di RAM e 16 GB di memoria flash, dei quali poco meno di 11 disponibili all’utente. Le comunicazioni su rete mobile sono assicurate con quattro bande in GSM, quattro in 3G con HSPA+ e cinque bande di frequenza 4G LTE cat 4; non mancano Wi-Fi 802.11 b/g/n a 2,4 GHz e il Bluetooth 4.0 per il collegamento di auricolari, vivavoce esterni e altri dispositivi compatibili. Come sensoristica è incluso l’accelerometro e il GPS/ Glonass con A-GPS; la radio FM con RDS completa la dotazione hardware del dispositivo.

Il sistema operativo è Android 5.1 Lollipop sostanzialmente in versione “stock”: le uniche applicazioni aggiuntive sono Clean Master per l’ottimizzazione del dispositivo, che contiene anche un utile antivirus, e WPS Office. Nella confezione è incluso un piccolo manuale d’istruzioni, l’alimentatore con 5 V/1 A in uscita, il cavo USB per la ricarica e il collegamento al computer, gli auricolari stereo (con microfono) palesemente ispirati agli EarPods di Apple e l’immancabile pin metallico per l’estrazione del vassoio SIM.

Compatto e funzionale

L’L56 di Haier è comodo da maneggiare anche con una sola mano, grazie allo schermo da “soli” 5 pollici – ormai ci siamo abituati a vedere apparecchi da 5,5” in su – e allo spessore limitato. Il display multitouch è piuttosto luminoso, con la luce diretta c’è qualche problema di leggibilità, ma è una caratteristica comune alla gran parte di questo tipo di dispositivi. Qualche miglioramento della qualità visiva è offerto dal chipset Mediatek, che mette a disposizione Miravision, un insieme di motori per l’elaborazione in tempo reale delle immagini che può essere sfruttato per aumentare le prestazioni dello schermo.

L’interfaccia utente dell’L56, che non è stata personalizzata da Haier, assicura un’esperienza di utilizzo immediata e senza app che vanno ad appesantire la memoria .

Tra le impostazioni dell’apparecchio è possibile attivare l’interpretazione dei gesti tramite fotocamera frontale, caratteristica non comune in questa fascia di prezzo.

La velocità di collegamento in rete mobile 4G/LTE, in piena copertura di segnale, è risultata davvero ottima.

La sezione telefonica, per la classe dell’apparecchio, è di ottima qualità, sia per quanto riguarda le chiamate, che offrono una resa acustica della voce elevata, sia per la navigazione in 4G LTE, che con un buon livello di copertura del segnale ha fornito buoni risultati in termini di velocità. Il sensore GPS, senza A-GPS attivo, esegue l’aggancio dei satelliti abbastanza rapidamente: nel giro di una decina di secondi l’app GPS Essentials che ho utilizzato per il test ha visualizzato molti di quelli disponibili.

La sezione multimediale è abbastanza completa: la fotocamera principale da 13 megapixel, in buone condizioni di illuminazione scatta immagini tutto sommato dignitose, è possibile abilitare la modalità HDR ed ha una modalità chiamata “inseguimento” che permette di puntare la messa a fuoco su un determinato oggetto che poi verrà seguito automaticamente fino allo scatto. Ha pure una modalità battezzata “PIP” che mette, in sovraimpressione alla foto scattata con la fotocamera principale, un fotogramma ripreso contemporaneamente con quella anteriore.

Le riprese video sono possibili in diverse risoluzioni, dove la massima è 1.080 p@30 fps; la qualità delle immagini è sufficiente, come per le foto molto dipende dalla luminosità della scena. Il riproduttore musicale è basato sulla versione “standard” dell’app, in alternativa è possibile utilizzare Play Musica di Google; riesce ad aprire file in formato WAV e FLAC fino alla risoluzione 192 kHz/24 bit, oltre ai consueti formati compressi come MP3, AAC e Ogg Vorbis.

L’interfaccia del riproduttore musicale standard riporta alle precedenti versioni del sistema operativo Android; permette l’ascolto di brani in alta risoluzione fino 192 kHz/24 bit.

Il sensore GPS/Glonass è abbastanza rapido nell’aggancio del segnale proveniente dai satelliti.

Il valore ottenuto con i benchmark eseguiti dall’app AnTuTu posiziona l’L56 nella parte bassa della classifica, però nell’uso il terminale mobile è risultato fluido e senza particolari tentennamenti.

Il player video, accessibile esclusivamente se si passa per l’app Galleria, riproduce MKV, AVI, DivX, XviD, MP4 e WMV, però se la traccia audio è codificata in Dolby Digital, DTS o WMA questa non viene riprodotta. Come sempre, è possibile installare MX Player dal Play Store e eperire in rete i relativi codec per superare queste limitazioni. Riguardo all’autonomia di funzionamento, con un utilizzo quotidiano che non vada troppo a sfruttare la multimedialità si riesce ad arrivare a sera, altrimenti è bene dotarsi di una batteria esterna per stare più tranquilli.

Conclusioni

L’apparecchio proposto da Haier ad un prezzo molto aggressivo, con le sue linee arrotondate e le dimensioni contenute, è discretamente assemblato ed ha la sezione telefonica di ottima qualità; unica “magagna”, comune però a molti smartphone Dual SIM dell’ultima generazione anche di altri costruttori, è l’impossibilità di espandere la memoria con una microSD se si sceglie di utilizzare la seconda nanoSIM.

L’L56 è adatto a chi vuole spendere poco, ma non vuole farsi mancare nulla; buono anche come “muletto”.

Gli scatti realizzati in piena luce con l’L56, tutto sommato, sono dignitosi, premesso che non ci si può certo attendere miracoli in questa fascia di prezzo.

Marco Meta


Ci è piaciuto

  • Compattezza
  • Sezione telefonica
  • Navigazione in 4G

Non ci è piaciuto

  • Nulla da segnalare

Carta d’identità

  • Marca: Haier
  • Modello: L56 (HM-N501-FL)
  • Tipo: smartphone Android
  • Dimensioni: 143×69,8×7,3 mm
  • Peso: 122 g

Caratteristiche principali dichiarate

  • Sistema operativo: Android 5.1 (Lollipop)
  • Frequenze di lavoro: 2G 850/900/1.800/1.900 MHz – 3G 850/900/1.900/2.100 MHz – 4G LTE FDD: B1/B3/B7/B8/B20.
  • Traffico dati: GPRS/EDGE/UMTS/HSPA+/LTE. Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n 2,4 GHz, Bluetooth 4.0, microUSB.
  • Processore: Mediatek MT6735 – 64 bit – quad-core (4×1,3 GHz) + GPU Mali-T720.
  • RAM: 2 GB.
  • Memoria interna: 16 GB (disponibile 10,9 GB).
  • Espansione memoria: microSD fino a 64 GB.
  • Display: IPS On Cell multitouch capacitivo da 5” con risoluzione 1.280×720 pixel (320 dpi).
  • Batteria: 2.200 mAh. Fotocamera principale: 13 megapixel (4.864×2.736) con flash LED.
  • Fotocamera anteriore: 5 megapixel (3.072×1.728)Distribuito da: Haier Europe Trading S.r.l., Via Carlo Farini 41, 20159 Milano. Tel. 02 89377901 – www.haier.com/it

 

Author:

Share This Post On

Submit a Comment