JBL Partybox 100

L’anima della festa

Grazie alla buona potenza ed alla notevole versatilità, le possibilità di impiego di questo generoso speaker wireless sono davvero tante.

Non è detto che per divertirsi con la musica si debba passare necessariamente solo attraverso un serio impianto hi-fi. Il successo planetario dei wireless speaker è un dato di fatto incontrovertibile, che fa storcere il naso solo all’audiofilo vecchio dentro, anche se poi non sono pochi i sistemi di questo tipo di fascia molto alta dedicati espressamente agli utenti più esigenti, anche di marchi considerati al top nel puro hi-fi.

Personalmente, come appassionato di home-theater e videoproiezione, il primo pensiero che mi è saltato alla mente quando ho iniziato a trafficare con il Partybox 100 è stato questo: sarebbe proprio perfetto come sezione audio negli utilizzi “estemporanei” del proiettore. Infatti le possibilità di impiego di questo speakerone sono davvero molte, grazie alla notevole versatilità che contraddistingue il più piccolo dei tre Partybox firmati da JBL, marchio davvero molto prolifico in questa tipologia di prodotti, con quasi 50 diversi apparecchi in catalogo.

Sulla faccia più piccola non predisposta all’appoggio sono raccolti tutti i controlli: volume, accensione, indicatore del livello di carica della batteria, pairing Bluetooth, bass bost, gestione degli effetti luminosi e play/pause.

L’utilizzo principe sarà probabilmente quello via Bluetooth, ma c’è anche la possibilità di far leggere al Partybox i propri file (mp3, wma e wav) salvati su una chiavetta USB, la cui porta all’occorrenza può servire per caricare lo smartphone; i contenuti archiviati saranno riprodotti in sequenza, prima quelli nella root poi quelli nelle eventuali directory, con la sola possibilità di avanzare al brano successivo (doppio click sul tasto play) o tornare a quello precedente (con tre click veloci).

Non è molto pratico ma in fondo è quello che serve allo scopo. Oltre alla connessione Bluetooth ed alla porta USB, il Partybox offre anche un ingresso/uscita linea, a cui si aggiungono una connessione per microfono ed una che riporta l’indicazione “chitarra” ma che può essere in effetti utilizzata per qualsiasi scopo. Sull’ingresso per microfono si può perfino inserire un effetto eco, a due livelli di intensità, che si dosano utilizzando il tasto Bluetooth.

Delle sei facce dell’apparecchio ben tre possono essere utilizzate per l’appoggio: una delle due più piccole per la collocazione verticale e due di quelle lunghe per quella in orizzontale. Nella parte inferiore del pannello posteriore, sotto lo sbocco svasato del condotto di accordo reflex, c’è la connessione per l’alimentazione di rete. I maniglioni integrati nello chassis rendono molto agevole il trasporto.

Quello che conta è che, grazie a queste funzionalità, si ampliano gli scenari di utilizzo, oltre a quello base di colonna sonora portante di eventi più o meno danzanti, più o meno affollati o più banalmente per ascoltare un po’ di musica quando non c’è l’impianto. Per me, come accennavo, l’utilizzo più indicato potrebbe essere quello di audio del proiettore, ma col microfono ed un expander midi (o una semplice raccolta di basi) si può animare una festa giocando al karaoke.

Credo che interpellando dieci persone diverse vengano fuori altrettanti impieghi possibili, tutti ugualmente divertenti. Ma questo non sarebbe realizzabile se al corredo di ingressi non corrispondesse una voce piena ed altisonante, senza la quale il gioco sarebbe circoscritto a spazi chiusi e non certo ampi, mentre non è difficile pensare al Partybox che sonorizza in maniera efficace anche spazi aperti. E grazie alla batteria ricaricabile incorporata, sono garantite 10 ore di funzionamento anche laddove non fosse disponibile una presa per l’alimentazione diretta.

La connettività dell’apparecchio include, oltre al Bluetooth, un ingresso ed una uscita linea su mini-jack, una porta USB idonea anche alla ricarica (2,1 A), più un ingresso microfono ed uno per chitarra, entrambi dotati di un proprio controllo di livello.

Sebbene sia possibile intervenire sulla risposta in gamma bassa con un bass boost a due step, il timbro base del Partybox 100 è pieno, completo, non colorato od esagerato come l’aspetto esteriore dell’apparecchio potrebbe indurre a supporre. Lo speaker si trova perfettamente a suo agio con i generi moderni, che restituisce con impatto e lucidità ma senza essere graffiante. La gamma bassa, che non è in effetti così bassa, viene restituita con corpo ed energia; certo, selezionando qualche traccia con bassi veri la resa del Partybox 100 si alleggerisce, ma ad onor del vero bisogna anche dire che la prova di ascolto si è svolta a volumi sostenuti che l’apparecchio regge molto bene e che sono del tutto preclusi agli speaker di taglia standard.

Sulla base inferiore, protetto da una copertura, è presente anche un innesto per il montaggio su di uno stativo.

Se uno solo non dovesse bastare, è comunque sempre possibile abbinare due unità per funzionare in stereofonia, aumentando non solo la credibilità della riproduzione ma anche la già cospicua massa sonora ottenibile. L’apparecchio è realizzato con buona cura; griglia metallica frontale, tasti di controllo impermeabili, comode maniglie per il trasporto, piedini di appoggio in gomma morbida, tutto è curato quanto basta per svolgere bene la funzione ed appagare esteticamente. Un giocattolo davvero molto divertente, che è “anche” un piacevole esecutore musicale.

Mario Mollo

Come gran parte degli apparecchi di questa tipologia, anche il Partybox 100 dispone di una varietà di effetti luminosi, molto piacevoli nell’impiego festaiolo che dà il nome al prodotto.


JBL Partybox 100

  • Speaker wireless
  • Distributore per l’Italia: JVCKenwood Italia, Via Sirtori 7/9, 20129 Milano. Tel. 02 204821 – www.kenwood.it
  • Prezzo: euro 299,00

Caratteristiche dichiarate dal costruttore

  • Altoparlanti: 2 woofer, 2 tweeter.
  • Risposta in frequenza: 45 Hz-18 kHz (-6 dB).
  • Potenza complessiva amplificazione: 160 W.
  • Rapporto segnale/rumore: 80 dB (pes. A).
  • Batteria: Li-ion 2.500 mAh, 14, 4 V.
  • Autonomia: 12 ore.
  • Consumo: 60 W, <2 W (in standby con BT), <0,5 W (in standby senza BT).
  • Versione Bluetooth: 4.2.
  • Profili Bluetooth: A2DP V1.3, AVRCP V1.6.
  • Massima potenza in trasmissione Bluetooth: 15 dBm (EIRP).
  • Formati file supportati su USB: mp3, wma, wav (FAT16 e FAT32).
  • Sensibilità ingresso AUX: 370 mV.
  • Dimensioni (LxAxP): 288x 551×290 mm.
  • Peso: 9,7 kg

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment