JBL LIVE650BTNC

Bella, funzionale e ben suonante. La top di gamma della nuova serie Live è una cuffia wireless con cancellazione del rumore, curata nell’estetica, che unisce alla qualità audio la praticità degli assistenti vocali.

Dei cinque modelli di cuffie della nuova linea Live, presentata ad inizio anno al CES ed ora in distribuzione, la 650 si colloca al top della serie: è l’unica dotata di cancellazione del rumore ed è, del gruppo, quella che ci sembra pensata per un utilizzo più “audiofilo”. Non dispone infatti delle funzioni Ambient Aware e Talk Thru Technology, presenti sugli altri due modelli non in-ear della serie, utili per l’ascolto all’aperto senza perdere contatto col mondo la prima e per ridurre automaticamente il volume della musica quando si conversa la seconda.

Ma anzi, per garantire la massima concentrazione durante l’ascolto, utilizza la cancellazione del rumore per isolare al massimo l’utilizzatore. Inoltre, è una cuffia circumaurale, come la 500 (mentre la 400 è sovraurale), quindi anche in questo senso concepita per la miglior resa acustica. Sebbene realizzata prevalentemente in materiali plastici ma con finiture in alluminio, si ha la netta sensazione di trovarsi di fronte ad un oggetto ben fatto, esteticamente molto gradevole. L’archetto è rivestito in tessuto dalla trama grezza all’esterno e più compatta nella parte interna. L’imbottitura sull’archetto è più spessa al centro e leggermente assottigliata ai lati ed offre un discreto comfort, anche indossando gli occhiali.

Il padiglione destro accoglie la quasi totalità dei controlli. Troviamo in ordine lo slider di accensione con spia dello stato, poi la terna composta da volume +, pausa riproduzione (o gestione della chiamata, a seconda delle circostanze) e volume -, a seguire c’è la presa per il cavo ed infine una coppia di tasti per il Bluetooth e la cancellazione del rumore con la relativa spia. Sul padiglione sinistro è collocata la presa per il cavetto USB di ricarica; anche se nulla ne palesa la presenza, sulla parte esterna dell’auricolare c’è la zona sensibile al tocco che attiva l’assistente vocale.

L’imbottitura degli auricolari è molto soffice; la cuffia resta stabile in posizione anche scuotendo il capo e pur non esercitando sul capo una pressione eccessiva. La maggior parte dei controlli sono raccolti sull’auricolare destro, forse un tantino troppo piccoli, ravvicinati e non ben fisicamente in rilievo per poterli utilizzare alla cieca senza un certo periodo di assuefazione. Ma non è detto che occorra farvi ricorso; sulla parte esterna dell’altro padiglione c’è la zona sensibile al tocco che permette di attivare l’assistente vocale: la Live650, assieme alla 500 e alla 400, è infatti compatibile con quelli di Google e di Amazon.

Gli snodi tra auricolari ed archetto permettono di compattare la cuffia quando deve essere riposta nella custodia, anche se la ripiegatura non è spinta al massimo.

Naturalmente se ne può attivare uno solo; per scegliere quale dei due debba rispondere ai comandi occorre utilizzare la specifica funzione di selezione presente nella app di controllo. È sufficiente un tocco all’auricolare che l’assistente si risveglia ed è pronto a rispondere ai nostri comandi, anche se il telefono o il dispositivo che ospita l’assistente non è nei paraggi: basta essere nel raggio di azione della connessione Bluetooth (la cuffia può essere abbinata simultaneamente a due dispositivi).

Personalmente nel corso del test non ho fatto chissà quale uso dell’assistenza, se non per “gioco”, ma ho trovato utilissimo poter avviare una telefonata senza dover estrarre il telefono dalla tasca. Il nostro esemplare in realtà ha fatto un po’ le bizze con Alexa, che si è rifiutata di collaborare, mentre ha funzionato alla perfezione con Google Assistant. Al momento in cui la rivista è andata in stampa non è stato possibile determinare con certezza se si è trattato di un problema relativo al nostro esemplare o se è una situazione generalizzata alla quale dovrà provvedere la casa con un aggiornamento.

La schermata principale della app: consente di attivare o disattivare la cancellazione attiva del rumore, di verificare la carica della batteria e di accedere ai settaggi, tra cui quelli dell’equalizzatore.

Ma a parte questa piccola défaillance, la cuffia ha fornito una prestazione molto convincente. Timbricamente la resa è chiara, veloce, con la gamma bassa controllata e ben articolata. Non c’è una gamma di frequenze che pretende di porsi all’attenzione, non c’è voglia di accattivarsi l’ascoltatore come fanno invece i televisori in modalità “negozio” quando sono esposti al pubblico. L’estensione sia in basso che all’estremo superiore è molto convincente, soprattutto perché non ci sono alterazioni in funzione del livello: la cuffia garantisce un buon controllo anche nei passaggi più intensi ed impegnativi. Se cerchiamo una resa più accondiscendente verso particolari impostazioni timbriche, attraverso la app si può abilitare l’equalizzatore grafico.

L’equalizzatore mette a disposizione alcune curve preimpostate, ma l’utente può crearne di personali semplicemente aggiungendo con un semplice tocco un punto di controllo e portarlo al livello desiderato.

Ci sono dei settaggi preimpostati, ma l’utilizzatore può facilmente creare la curva di risposta a proprio piacimento. Il volume massimo ottenibile non è elevatissimo, ma la presenza della cancellazione del rumore fa sì che non ci si trovi mai nella condizione di non ottenere un livello sufficiente. Semmai il suo intervento scurisce un po’ il timbro, ma si può ripristinare l’equilibrio sempre grazie all’equalizzatore. Durante le conversazioni telefoniche il nostro interlocutore non ha modo di rendersi conto che stiamo parlando col vivavoce della cuffia, che non allontana né snatura il parlato di chi la usa. La Live650BTNC è una cuffia esteticamente gradevole e ben realizzata, funzionale e performante, indirizzata ad un ascolto di qualità senza rinunciare alla praticità offerta dagli assistenti virtuali.

Mario Mollo


JBL LIVE650BTNC

Cuffia circumaurale wireless con cancellazione del rumore
  • Distributore per l’Italia: JVCKenwood Italia, Via Sirtori 7/9, 20129 Milano. Tel. 02 204821 – www.kenwood.it
  • Prezzo (IVA inclusa): 199,00
Caratteristiche dichiarate dal costruttore
  • Dimensione del driver: 40 mm.
  • Risposta in frequenza dinamica: 16 Hz-20 kHz.
  • Sensibilità: 100 dB SPL (@1 kHz/1 mW).
  • Max input power: 30 mW.
  • Sensibilità microfono: -21 dB V/Pa (@1 kHz).
  • Impedenza: 32 ohm.
  • Potenza trasmissione Bluetooth: 0-4 dBm.
  • Modulazione trasmissione Bluetooth: GFSK, π/4DQPSK, 8DPSK.
  • Frequenza Bluetooth: 2,402 GHz-2,48 GHz.
  • Profili Bluetooth: HFP v1. 6, A2DP v1. 3, AVRCP v1. 5.
  • Versione Bluetooth: V4.2.
  • Tipo di batteria: polimeri di Litio (3,7 VDC, 700 mAh).
  • Tempo di ricarica: 2 ore.
  • Autonomia in conversazione con BT attivo: fino a 24 ore.
  • Tempo di riproduzione della musica con soppressione attiva del rumore (ANC) spenta e Bluetooth acceso: fino a 33 ore.
  • Autonomia in riproduzione con BT e ANC attivi: fino a 20 ore.
  • Autonomia in riproduzione con BT e ANC spenti: fino a 35 ore.
  • Peso: 260 g

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment