Loewe Klang Bar 3 MR

Multicanale per tutti i gusti

I prodotti Loewe sono caratterizzati dalla grande cura nella realizzazione e questa soundbar, che sta un gradino sotto il modello “top” 5 MR, non è da meno: nove altoparlanti, espansione con diffusori wireless della stessa serie o tramite le uscite 5.1 preamplificate per collegare diffusori attivi (o amplificatori finali), il tutto controllato tramite app.

La Klang Bar 3 MR di Loewe è stata pensata per offrire un suono multicanale agli apparecchi TV dai 43” di diagonale in su: per la realizzazione di questa soundbar 3.1 di dimensioni – relativamente – compatte sono stati utilizzati ben nove altoparlanti (sette driver frontali e due subwoofer da 4” rivolti verso l’alto con caricamento bass reflex), che erogano una potenza complessiva di 180 W RMS. I bordi arrotondati, la superficie frontale e laterale rivestita di tela acustica grigia e la parte superiore realizzata con materiale plastico microforato le conferiscono un’eleganza discreta.

Nella porzione centrale, nei pressi del bordo posteriore, si trova il tasto per l’accensione e stand-by, con LED di stato integrato che assume diverse colorazioni in funzione dell’ingresso (diventa bianco quando l’apparecchio è spento), il selettore dell’ingresso, un pulsante per gestire la riproduzione/pausa e i controlli del volume.

Sopra la soundbar ci sono i tasti per accensione/standby (che integra il LED di stato), selezione ingresso, riproduzione/pausa e gestione del volume.

Nella parte destra del frontale c’è un display a segmenti bianchi, che si attiva esclusivamente quando si utilizzano i tasti integrati oppure il telecomando per regolare il volume e utilizzare le altre funzionalità.

Sul retro della soundbar sono collocati due ingressi HDMI e un’uscita HDMI eARC per il collegamento col TV; le porte sono in grado di gestire il pass-through 4K per segnali video HDR10, HDR10+ e Dolby Vision. Sono presenti un ingresso analogico stereo con jack da 3,5 mm e un ingresso digitale in formato ottico.

L’apparecchio include un processore audio che gestisce le codifiche Dolby Atmos, Dolby TrueHD, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, DTS:X, DTS-HD, DTS-HD MA, DTS Digital Surround, DTS Virtual:X, LPCM 2.0 e multicanale, è provvisto di uscite preamplificate RCA per 5.1 canali e di una presa trigger 12 V su jack da 3,5 mm.

Nel retro sono disponibili due ingressi HDMI assieme all’uscita eARC; la soundbar ha le uscite multicanale analogiche per il collegamento a diffusori attivi (o amplificatori finali più diffusori passivi), oltre a un pannello con degli interruttori per indicare il tipo di diffusori WDAL collegati (piccoli o grandi). Una volta completati i collegamenti, una placca di plastica a forma di “U” provvista di perni rivestiti di gomma per l’inserimento in sede, va a nascondere gli interruttori, fungendo anche da passacavi.

La connettività verso la rete e altri dispositivi è gestita esclusivamente senza fili (Wi-Fi a/b/g/n e Bluetooth 5.0 + EDR): implementa la soluzione Play-Fi di DTS – con la relativa app – per l’ascolto in ambienti multipli, attraverso la quale si possono collegare fino a sedici diffusori da distribuire in quattro stanze, e la tecnologia proprietaria a bassa latenza WDAL 2.0 (Wireless Digital Audiolink), che offre una seconda alternativa per trasformarsi in un sistema a 5.1 canali, connettendo altri diffusori attivi Loewe del sistema Klang, come ad esempio MR1 utilizzabile per i satelliti posteriori. Il gruppo di interruttori, assieme al tasto “Pairing” presente alla sinistra delle uscite analogiche, permette di gestire il collegamento dei diffusori compatibili WDAL 2.0 indicandone la tipologia (piccolo o grande).

Il telecomando, che ha il fondo antiscivolo, è piacevole al tatto e semplice da utilizzare.

L’app Play-Fi rende possibile l’accesso a numerosi servizi di streaming, tra i quali Spotify, Deezer, TIDAL, Amazon Music, Qobuz e iHeart Radio, e consente la riproduzione dei contenuti da server DLNA, più quelli locali del dispositivo mobile; inoltre, l’apparecchio è compatibile Apple AirPlay 2 e Chromecast. Per il controllo vocale sono disponibili l’Assistente Google e Alexa di Amazon.

Nella confezione della soundbar è inclusa una guida rapida, il cavo di alimentazione, un cavo HDMI e il telecomando con le batterie CR2032. Un supporto per l’eventuale installazione a parete è acquistabile separatamente.

La prova

La soundbar di Loewe è sottile, ma abbastanza profonda, fattore che in ogni caso non ne ostacola il posizionamento – leggermente avanzato – al di sotto di un TV. La coppia di ingressi HDMI mi permette di collegare contemporaneamente due sorgenti, un lettore Blu-ray 4K e una Fire TV Stick 4K Max, tramite le quali affronterò la sessione di test. La configurazione della soundbar tramite l’app Play-Fi su uno smartphone Android si è rivelata complessa pur seguendo attentamente le istruzioni a schermo, tant’è che alla fine ho dovuto utilizzare un iPad, tramite il quale sono finalmente riuscito a collegarla alla mia rete Wi-Fi e utilizzarla appieno, anche con l’apparecchio Android del primo tentativo fallito.

La pagina delle sorgenti include i servizi più utilizzati e l’accesso ai server DLNA presenti in rete, oltre ai contenuti locali del dispositivo su cui si sta utilizzando l’app Play-Fi.
La vista di un album (in questo caso presente sullo smartphone) permette di includere le singole tracce nella coda di ascolto.

Il collegamento alla porta ARC del TV permette l’attivazione automatica all’accensione del TV stesso. L’ascolto dell’audio dei canali televisivi è abbastanza piacevole, e se si attiva l’equalizzazione “Speech” il parlato migliora, poiché viene reso più chiaro e comprensibile. Senza ulteriori indugi, accendo il lettore Blu-ray e inserisco il supporto 4K di “No Time to Die”, selezionando l’equalizzazione “Film”, che interviene sulla spazialità e sulla potenza della gamma bassa. Salto direttamente alla scena dell’agguato della Spectre a Bond con l’esplosione della tomba di Vesper Lynd: nella versione originale Dolby Atmos, come in quella italiana, il botto si sente, ma è molto controllato, forse troppo, l’assenza di un “aiutino” da parte di un subwoofer esterno si nota.

Le scene degli inseguimenti con esplosioni e sparatorie per le strade della “città dei Sassi”, pur mancando gli effetti posteriori, sono coinvolgenti quanto basta e i subwoofer integrati danno un poco di profondità in più alla gamma bassa. Cambio titolo nel lettore, inserisco “Jumanji: Benvenuti nella Giungla”, che propone diverse sequenze capaci di sollecitare i driver della soundbar nel modo giusto, sia con la traccia italiana in DTS-HD Master Audio, sia con quella originale in Dolby Atmos.

Un esempio su tutti, la scena degli scatenati rinoceronti che inseguono e travolgono il povero Finbar, lasciato cadere da Bravestone dall’elicottero. Pure col Blu-ray 4K di “Jurassic World: Il Dominio” il comportamento della soundbar è discreto: le tracce presenti, disponibili soltanto in DTS, sono dense di passaggi che danno una buona prospettiva sulle basse frequenze, come la visita del T-Rex nel cinema “drive in” oppure durante lo schianto dell’aereo sul lago ghiacciato; buoni i dialoghi. Tramite la Fire TV Stick accedo a Prime Video e riproduco un episodio della terza serie di “Jack Ryan”, che ha l’audio originale in Dolby Atmos: i dialoghi sono abbastanza chiari, la gamma bassa sufficiente.

Nella pagina del dettaglio sono disponibili tutti i comandi per gestire la riproduzione audio, la coda dei brani e le impostazioni.

Salto a un episodio di “Reacher”, altra serie con l’audio originale codificato in Atmos, che si fa apprezzare per la dinamica discreta. Apro l’app di Apple TV+ e riproduco uno degli episodi di “Shrinking”, divertente serie TV che ha dei dialoghi cristallini e una bella colonna sonora. Con la serie di fantascienza “For all mankind” riscontro una discreta ampiezza della scena e la solita gamma bassa molto controllata. Entro su Disney+ per riprodurre “Avengers: Endgame” con la traccia multicanale in italiano: rilevo dialoghi abbastanza in evidenza, con buon dinamismo degli effetti sonori nelle scene più animate.

La riproduzione di brani musicali è di qualità più che sufficiente, l’app Play-Fi permette di selezionare la sorgente tra servizi di streaming, server multimediali presenti in rete locale oppure dalle tracce audio presenti sullo smartphone. L’app offre la possibilità di integrare più sistemi di altoparlanti compatibili per gestire l’ascolto multi-room da un singolo dispositivo, consentendo, per esempio, il trasferimento dell’ascolto di un brano da un sistema di altoparlanti all’altro. Anche l’ascolto tramite AirPlay di un brano su iPad è decisamente semplice, come lo streaming via Bluetooth da smartphone.

Non ho preso in considerazione la porta USB sul retro, poiché dedicata esclusivamente al formato audio MP3 e per la collocazione di difficile accesso.

La soundbar e i dispositivi Apple sono buoni amici: grazie ad AirPlay l’invio dello stream audio da un iPad è immediato.

Conclusioni

Un prodotto un po’ fuori dagli schemi, questa soundbar di Loewe, che pur permettendo eventuali espansioni con gli altoparlanti wireless compatibili proposti dalla casa offre uscite preamplificate per tutti i canali. La qualità di riproduzione è generalmente di discreta qualità, con un apporto piuttosto neutro da parte del doppio subwoofer integrato. Il prezzo sopra la media si può considerare un dettaglio trascurabile per gli amanti del marchio; d’altro canto, come già evidenziato, l’apparecchio offre diverse possibilità per realizzare un sistema home cinema focalizzato sulla facilità d’uso.

Marco Meta


Ci è piaciuto

  • Possibilità di estendere il sistema
  • Qualità della riproduzione dei dialoghi

Non ci è piaciuto

Nulla da segnalare


Loewe Klang Bar 3 MR
Soundbar 3.1
Distributore per l’Italia: Tecno Style, Via Luigi Abbiati 24/D, 25125 Brescia. Tel. 030 63 72 222 – www.tecno.style
Prezzo di listino: euro 999,00 (IVA inclusa)

CARATTERISTICHE DICHIARATE DAL COSTRUTTORE

  • Potenza: 180 W (RMS).
  • Altoparlanti: 4 woofer, 3 tweeter, 2 subwoofer 10 cm con caricamento reflex laterale.
  • Risposta in frequenza: 60÷20.000 Hz.
  • Ingressi: 2 HDMI, 1 S/PDIF Toslink, USB 2.0 tipo A, Wi-Fi 802.11a/b/g/n dual band, Bluetooth 5.0 + EDR.
  • Uscite: 1 HDMI (eARC/ARC), analogiche RCA 5.1 canali.
  • Dimensioni: 950x68x160 mm.
  • Peso: 5,9 kg

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment