Monitor Nvidia

Monitor Nvidia Big Format Gaming Displays

Ben nota per la produzione di schede grafiche da computer Nvidia ha presentato durante l’ultima edizione del CES i monitor BFGD (Big Format Gaming Displays). Nello sviluppo sono stati coinvolti altri produttori, tra i quali spiccano i nomi di Acer, Asus e HP. Questi super monitor da gioco saranno prodotti unicamente con diagonale da 65” in formato Ultra HD 3840 x 2160. I pannelli LCD avranno una latenza ultra ridotta, tecnologia Quantum Dot per la copertura integrale del range DCI-P3 e scansione HFR 120 Hz.

La retro-illuminazione è di tipo Full Array Local Dimming, con luminosità massima di 1000 cd/m2 per il supporto HDR. Per evitare problemi di tearing e stuttering (scattosità e “strappi” delle immagini), viene impiegata la tecnologia proprietaria G-Sync, che varia in tempo reale il rendering della GPU per farlo coincidere con la frequenza verticale dello schemo. La tecnologia G-Sync HDR supporta il formato nativo anche nel caso di cadenze cinematografiche come i 23,976, 24 e 25 Hz.

Un’altra peculiarità dei BFGD è l’integrazione dell’hardware di Nvidia Shield. Si tratta di uno dei più completi e versatili “set-top-box” Android TV, che viene costantemente aggiornato con nuove funzionalità. Tra queste si possono citare il controllo vocale con Google Assistant, il supporto 4K per i film di Google Play Movies e la capacità di lasciare transitare segnali Dolby Atmos e DTS:X.

Le capacità multimediali di Shield mettono a disposizione i contenuti di YouTube e i servizi streaming Amazon Prime Video e Netflix e YouTube. Oltre ad essere ottimizzati per l’uso videoludico, i monitor BFGD potranno quindi rappresentare una valida alternativa agli smart TV, a meno dell’assenza dei decoder terrestri e satellitari. Al momento del lancio sono previsti bundle con il telecomando e il game controller di Shield.

La disponibilità è annunciata per la fine dell’anno, mentre nessuna anticipazione è emersa sui prezzi, che in ogni caso non saranno certamente abbordabili.

nvidia.it

 

 

 

 

 

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment