NOA Element H10 LE

Dalla Croazia con furore

Il NOA H10le è il prodotto concepito per un’esperienza utente “premium” che fa parte di una linea di smartphone progettati nella vicina Croazia – ed assemblati in Cina come praticamente la totalità dei concorrenti – per aggredire la fascia media del mercato con apparecchi dalle caratteristiche di classe superiore, tra le quali lo schermo AMOLED e la dual camera posteriore.

NOA è il marchio scelto da Hangar 18, azienda con radici nella vicina Croazia, per commercializzare degli interessanti terminali mobili che ho notato durante il Mobile World Congress 2017 che si è svolto qualche mese fa a Barcellona, occasione in cui si presentava con uno stand piuttosto ricco di dispositivi, tra i quali spiccava proprio il modello che abbiamo ricevuto in prova, l’Element H10le (la sigla “le” sta per Limited Edition).

Le dimensioni sono quelle abbondanti previste dall’adozione di un display multitouch da 5.5” Full HD, in tecnologia AMOLED e con i bordi curvati 2.5D, fissato su un telaio unibody in alluminio satinato e verniciato in rosso (è prevista anche la versione nera). Nella zona subito sotto al display, ai lati del lettore di impronte digitali sono disposti i comandi capacitivi per la navigazione (indietro e menu) con feedback aptico ma senza retroilluminazione; il lettore stesso è utilizzato come tasto home e multitasking con la pressione prolungata.

Il bordo inferiore presenta due griglie sotto le quali ci sono gli altoparlanti di sistema e il microfono principale; al centro la presa micro USB 2.0 Type-C che supporta anche connessioni OTG, mentre la presa per cuffie e auricolari con jack da 3,5 mm è situata nel bordo superiore.

La fotocamera frontale, dotata di sensore Samsung S5K3L8 da 13 megapixel, si trova accanto alla capsula audio e può sfruttare il display come flash; accanto alla fotocamera c’è il LED di stato, il sensore di prossimità e di luminosità ambientale. Sul retro si trova, invece, la fotocamera principale con doppio sensore Sony IMX258 da 13 megapixel (uno a colori e l’altro in B/N), autofocus a rilevamento di fase, tecnologia Exmor RS e flash Quad LED.

Il vassoio estraibile per le due nano SIM è inserito nel bordo di sinistra e se si vuole espandere la memoria interna con una scheda microSD occorre rinunciare ad una SIM, mentre nel bordo di destra è presente il bilanciere per regolare il volume assieme al tasto per accensione e stand-by dell’apparecchio.

A parte lo schermo e gli altri componenti visibili già descritti in precedenza, il perno attorno al quale ruota il tutto è il moderno SoC Mediatek Helio X27, che contiene un potente processore a 64 bit provvisto di dieci core ARM, di cui due A72 a 2.6 GHz, quattro A53 a 2.0 GHz e quattro A53 a 1.6 GHz gestiti dalla tecnologia CorePilot 3.0 a triplo cluster, disegnata per massimizzare le performance in funzione del carico e ottimizzare il consumo energetico, e una GPU Mali T880 MP4 per grafica e gaming, integrati da 4 GB di memoria ad accesso casuale e una memoria eMMC 5.1 da 64 GB (di cui circa 52 disponibili per l’utente).

Per quanto riguarda la connettività, nell’H10le è prevista una sezione radiomobile quadri-band GSM, quadri-band UMTS e 4G/LTE in Cat. 6; non mancano Wi-Fi 802.11 b/g/n Dual Band, il Bluetooth 4.1 + EDR ed anche la radio FM con RDS.

La sensoristica include GPS con A-GPS, bussola magnetica, accelerometro e giroscopio. La batteria non rimovibile ai polimeri di litio ha una capacità di 3.800 mAh che in mezz’ora si ricarica per un utilizzo normale di una giornata, mentre impiega 100 minuti per un ciclo completo.

Il pacchetto comprende una guida rapida multilingua, il caricabatteria USB rapido con uscita 5V/2A, 7 e 9V/1,67A, e 12V/1,25A, il cavo USB-microUSB Type-C e l’attrezzo appuntito per estrarre il vassoio SIM. Il software è basato sulla versione più recente di Android, la 7.1.1 (Nougat), l’interfaccia utente non ha subito personalizzazioni e le applicazioni disponibili sono praticamente quelle della versione base del sistema operativo, a parte alcune eccezioni come il client di posta BlueMail, l’applicazione OfficeSuite per manipolare i documenti di lavoro, la torcia, Facebook e le app per accedere direttamente ad Amazon, al servizio di streaming Prime Video e per utilizzare i controversi servizi di trasporto Uber.

La prova – Schermo luminoso e colori vivaci

L’apparecchio estratto dalla confezione si presenta molto elegante nella sua colorazione rossa; la lavorazione in alluminio satinato resta un po’ scivolosa, ma grazie allo spessore ridotto il dispositivo si impugna abbastanza saldamente, in ogni caso si ha la sensazione di maneggiare uno smartphone di gamma alta.

Veloce ed abbastanza funzionale il lettore di impronte digitali; l’assenza di retroilluminazione per i tasti di navigazione può disorientare inizialmente, è necessario un po’ di tempo per abituarsi. L’interfaccia utente è abbastanza semplificata, le applicazioni preinstallate sono soltanto quelle base. Le chiamate vocali hanno una buona chiarezza dell’audio in capsula, molto potente il volume in vivavoce degli altoparlanti integrati, buona la qualità della voce percepita dall’interlocutore.

Molto pulita l’interfaccia del sistema operativo Android 7.1.1 Nougat previsto sul NOA H10le.

Le app preinstallate sono praticamente quelle incluse nella versione “stock” di Android a parte qualche eccezione come il client Amazon e altri.

Una parte della memoria interna da 64 GB è occupata dal firmware e dai file di sistema, i circa 52 GB di spazio a disposizione non sono trascurabili.

La velocità della connessione dati è discreta, si naviga piuttosto rapidamente sotto copertura LTE; il Wi-Fi è dual band, nonostante non sia evidenziato nelle specifiche tecniche, poiché l’ho connesso al mio access point su un SSID che lavora a 5 GHz. Discreta la gestione della doppia SIM. Non particolarmente rapido il GPS: usato senza A-GPS ha impiegato circa 3 minuti per eseguire il fix con i satelliti. Il display AMOLED Full HD, che ha colori abbastanza “carichi”, si vede piuttosto bene e pure con l’illuminazione diretta, i contenuti si riescono a leggere molto bene rispetto alla media di altri prodotti che ho visto in giro; dalle impostazioni è possibile attivare l’intervento automatico della regolazione del livello di luminosità ed effettuare la taratura del sensore.

La sezione fotografica si comporta in maniera egregia, specie quando le condizioni di luce ambientale sono ottimali: gli scatti realizzati con il doppio sensore posteriore sono molto buoni, la definizione è elevata, il quadro luminoso e la resa cromatica abbastanza satura. Buoni anche i selfie scattati con la fotocamera frontale. Quando si passa a situazioni di minore illuminazione, riscontro molto rumore e avverto la mancanza dello stabilizzatore, se non ottico, almeno digitale; presumibilmente un futuro aggiornamento del firmware potrebbe includere la funzionalità di stabilizzazione digitale delle immagini. Lo stesso vale per le riprese video, che si possono effettuare oltre che in HD o Full HD, anche in 4K@30fps con buona qualità fintanto che c’è illuminazione sufficiente.

Piuttosto potente il flash Quad LED, mentre meritano un discorso a parte le foto con effetto bokeh, che secondo me non sono soddisfacenti, il contorno dell’area di messa a fuoco viene elaborato in modo pessimo, immagino ci sia ancora da fare a livello di software per migliorare la qualità complessiva della ripresa, tuttavia non posso escludere a priori che si tratti di un problema specifico dell’esemplare in prova.

Tra le varie funzioni della fotocamera principale manca la stabilizzazione digitale, che rappresenta il limite delle performance fotografiche del dispositivo.

La navigazione Internet su connessione mobile si è dimostrata abbastanza veloce, sia in download che in caricamento.

Il valore emerso dal benchmark svolto con AnTuTu mostra la buona potenza del processore deca-core in dotazione all’apparecchio.

Il benchmark per la velocità dello storage interno indica l’utilizzo di memorie eMMC 5.1.

Rispetto alla riproduzione di contenuti multimediali, nelle specifiche dell’apparecchio non sono dichiarati i formati supportati; attraverso le prove che ho svolto, dal punto di vista delle tracce musicali, oltre ai formati compressi (MP3, AAC e OGG Vorbis) il player integrato consente di ascoltare con discreta qualità brani in alta risoluzione in formato FLAC (fino a 192 kHz/24 bit) e WAV (fino a 384 kHz/24 bit).

Le tracce codificate in WMA, AIFF e ALAC non vengono riconosciute. Riguardo ai video, quelli in MPEG-2, MPEG-4 Visual e VC-1 non vengono riprodotti, mentre i contenuti codificati AVC oppure DivX si vedono bene. Ho notato soltanto qualche problema sulle immagini durante i panning laterali, ma nulla di non risolvibile utilizzando l’app MX Player che – installando gli appositi codec – permette pure di ascoltare le colonne sonore codificate in AC3 e DTS, altrimenti inudibili. La galleria fotografica riesce ad aprire JPG, PNG e MPO (in formato 3D), ma con i file GIF in alcuni casi non è stato possibile visualizzare l’immagine.

Le dimensioni dello schermo permettono di vedere agevolmente tutte le tipologie di video, nella schermata l’esempio di un evento sportivo, un torneo di squash.

La radio FM riceve il segnale abbastanza bene ed ha pure una simpatica funzione che mi ha fatto fare un salto nel passato, cioè quella che consente di registrare le trasmissioni radio nella memoria interna (in formato AAC), un po’ quello che si faceva tanto tempo fa con le cassette a nastro. Utile l’app OfficeSuite se si deve accedere a documenti di lavoro in formato Microsoft Office; ottimo il client BlueMail, che consente di gestire al meglio le proprie caselle di posta elettronica.

L’autonomia della batteria, nonostante la grossa capacità dichiarata, ha una durata nella media con un utilizzo normale; se, invece, si tende ad impiegare molto lo schermo per il gioco o la riproduzione di video, con la carica al massimo dalla mattina si riesce ad arrivare a stento a sera.

Il sensore Sony IMX258 offre il meglio di sé in condizioni di buona illuminazione. In campo lungo, nel caso specifico sulla destra, si riscontra una certa distorsione a barilotto.

Anche in questo caso, la scena è luminosa e l’immagine che ne deriva è molto nitida e fornita di una buona fedeltà cromatica.

Questo, invece, il risultato della prova di un effetto bokeh nel tentativo di lasciare a fuoco soltanto l’interno del salvagente. Certo, l’inquadratura è un po’ particolare in verità, però il risultato dell’elaborazione è completamente errato. Bisogna lavorare di più sul software.

Conclusioni

La casa croata ha realizzato, nel complesso, un buon apparecchio, molto sottile e facile da utilizzare. Lo schermo AMOLED è uno dei punti di forza del dispositivo, il lettore di impronte funziona abbastanza bene e la navigazione su rete mobile è discreta, soltanto sulla dual camera c’è da rivedere il software dell’effetto bokeh. Il prezzo mi lascia un po’ dubbioso sull’attrattività dell’apparecchio – in vendita soltanto su Internet – poiché più elevato rispetto a dispositivi di classe media simili.

Marco Meta

 

 


Ci è piaciuto

  • Prestazioni
  • Finiture
  • Garanzia che copre anche i danneggiamenti

Non ci è piaciuto

  • Software per effetto bokeh da rivedere

Carta d’identità

  • Marca: NOA
  • Modello: Element H10 LE
  • Tipo: Smartphone Android Dual SIM Dual Standby
  • Dimensioni: 154,5x75x7,1 mm
  • Peso: 152 g
  • Sistema Operativo: Android 7.1.1 (Nougat)
  • Frequenze di lavoro: 2G 850/900/1800/1900 MHz – 3G 850/900/1900/2000MHz – 4G LTE FDD: B1/B3/B8/B20 – 4G LTE TDD: B38/B40/B41
  • Traffico Dati: GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA/HSUPA/HSPA+/LTE
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n dual band 2.4GHz/5GHz, Bluetooth 4.1 + EDR, micro-USB Type-C 2.0
  • Processore: MediaTek Helio X27 (MT6797X) – 64 bit – deca-core (2.6 GHz) + GPU Mali-T880 MP4
  • RAM: 4 GB. Memoria interna: 64 GB (disponibile 52 GB circa).
  • Espansione memoria: microSD
  • Display: AMOLED multitouch capacitivo da 5.5” Full HD con risoluzione 1920×1080 pixel (294 ppi).
  • Batteria: 3.800 mAh.
  • Fotocamera principale: dual 13 Megapixel (4208 x 3120) con autofocus PDAF; flash quad LED.
  • Fotocamera anteriore: 13 Megapixel (4208 x 3120).

Distributore per l’Italia: NOA – www.noa-mobile.eu

Prezzo: € 419,00

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment