JBL Soundgear BTA

La musica indossabile

Era parecchio tempo che non si vedeva qualcosa di così innovativo nel campo dei dispositivi per l’ascolto della musica come il Soundgear di JBL, un apparecchio audio da indossare che sorprende per la sua efficacia.

Questo apparecchio sotto il marchio di proprietà Harman è stato annunciato a inizio 2017 durante il CES di Las Vegas per uscire ufficialmente in corrispondenza di IFA 2017 a Berlino. Si presenta come una sorta di collare in materiale plastico con copertura in morbido tessuto dall’effetto setoso al tatto, a forma di ferro di cavallo.

All’interno del dispositivo ci sono quattro trasduttori Bass Boost da 31 mm di diametro, due microfoni per la cancellazione del rumore ambientale, interfaccia Bluetooth 4.2, batteria ricaricabile ai polimeri di litio che offre 6 ore di autonomia per l’ascolto della musica e, abbinandolo a un telefono, per l’audio di eventuali chiamate. Sul retro uno sportellino nasconde la porta microUSB per il caricamento della batteria, che si espleta in 2 ore, assieme a due piccole aperture per il condotto bass reflex.

La porta microUSB per la ricarica della batteria integrata è posta sul retro.

Sui due lati sono disposti il tasto per l’accensione e lo spegnimento, il pulsante per il pairing con i dispositivi e due tasti per il controllo del volume. Per la trasmissione Bluetooth incorpora la tecnologia aptX anche in versione a bassa latenza e consente la connessione contemporanea di due dispositivi.

Il minuscolo trasmettitore Bluetooth incluso nella confezione è fornito di un ingresso analogico su jack audio da 3,5 mm e un ingresso digitale Toslink (solo PCM); un alimentatore USB oppure una porta USB del TV può essere utilizzato per l’alimentazione elettrica. L’interruttore consente di attivare l’ingresso preferito.

La confezione include un compatto trasmettitore audio Bluetooth collegabile (ad esempio alla TV) tramite cavo ottico oppure con cavo audio jack da 3,5 mm (entrambi in dotazione), le cui prese sono presenti sul retro, mentre sul lato destro c’è l’interruttore per passare da un ingresso all’altro; sul frontale ha un indicatore LED, sul retro una presa ottica e una presa analogica audio, sul lato destro un interruttore per passare da un ingresso all’altro. Nella scatola ci sono due cavi microUSB/USB, uno per la ricarica della batteria, l’altro per l’alimentazione del trasmettitore, e una guida rapida cartacea.

La prova

Il primo approccio con questo dispositivo lascia leggermente interdetti perché bisogna indossarlo come un collare, allora ci si sente un po’ come l’Orazio dei cartoni di Walt Disney; però come inizia l’ascolto della musica si viene colti da un autentico senso di stupore: rispetto a qualsiasi cuffia si ha una sensazione di libertà durante l’utilizzo che è piuttosto piacevole.

Per la prova del Soundgear ho impiegato uno smartphone con sistema operativo Android 7; attivando il Bluetooth la connessione wireless è praticamente immediata. L’ascolto è abbastanza convincente, si ottiene un buon livello di qualità pure a basso volume; avere i padiglioni auricolari liberi compensa – sebbene parzialmente – il peso del dispositivo, che comunque è ben distribuito tra collo e spalle.

Ho provato a tenerlo anche disteso con un cuscino sotto la testa e per un’oretta si riesce a gestire senza problemi. Il suono è, per tipologia del dispositivo, molto direzionale: infatti, se si ruota la testa in un senso o nell’altro si avverte un pronunciato abbassamento del volume. La gamma alta ha una resa piuttosto cristallina, discreta la gamma media, mentre per quanto riguarda le basse frequenze a basso volume non si ottiene una presenza consistente, però non si avvertono vibrazioni della struttura sul collo che, alla lunga, potrebbero risultare fastidiose.

Sul lato destro si trovano i tasti per l’accensione/standby e il pairing del Soundgear. Mentre sul lato sinistro sono disposti i tasti per il controllo del volume e della riproduzione; sono utilizzati anche per le chiamate. Il dispositivo contiene 4 altoparlanti da 31 mm.

Molto dipende dal genere musicale, poiché con la classica e con il jazz l’ascolto è senza dubbio gradevole, mentre con il rock diventa un po’ più impegnativo. Ho collegato il trasmettitore all’uscita cuffie del mio TV prelevando l’alimentazione da una delle porte USB disponibili, anche in questo caso l’accoppiamento è stato rapidissimo e ho potuto ascoltare alcune trasmissioni a tarda sera con una sorta di pseudo surround senza disturbare il vicinato. Qualità del suono tutto sommato sufficiente, e migliora un poco collegando l’uscita ottica, che accetta solo segnali PCM.

Il Soundgear lo vedo particolarmente utile quando si stanno svolgendo le faccende domestiche e si hanno le mani impegnate, per esempio mentre si sta cucinando oppure quando si passa l’aspirapolvere, il cui rumore spesso copre la suoneria del telefono. Se accoppiato con un visore VR rende l’esperienza sicuramente meno claustrofobica. I controlli di volume sono facilmente raggiungibili e nel complesso l’autonomia di funzionamento è risultata ampiamente sufficiente; la qualità della voce resa attraverso i microfoni integrati è piuttosto elevata. Da valutare anche la possibilità di utilizzo in automobile, come dispositivo vivavoce che lascia a mani libere.

Conclusioni

Questa prima edizione del prodotto è senz’altro interessante, forse da valutare personalmente la questione del peso, dovuto soprattutto alla batteria, ma non sembrerebbe un problema. La misura del dispositivo è abbastanza comoda per chi indossa camicie con colletto fino al 42 di misura, salendo oltre diventa un po’ troppo aderente.
Marco Meta


JBL Soundgear BTA

Audio stereo con Bluetooth e microfono
Distributore per l’Italia: JVCKenwood Italia, Via Sirtori 7/9, 20129 Milano. Tel. 02 204821 – www.kenwood.it
Prezzo: euro 229,00

Caratteristiche dichiarate dal costruttore
  • Altoparlanti: 4 da 31 mm con Bass Boost.
  • Risposta in frequenza: 100 Hz-16 kHz (±6 dB).
  • Sensibilità: 96 dB.
  • Rapporto S/N: >85 dB, SPL massimo 111 dB.
  • Microfono: doppio omnidirezionale.
  • Connettività: Bluetooth 4.2, profili supportati A2DP, HSP, HFP, AVCRP.
  • Codec: aptX a bassa latenza, aptX e SBC.
  • Autonomia: fino a 6 ore (chiamate/ascolto musica), tempo ricarica 2 ore.
  • Trasmettitore Bluetooth (BTA): profilo A2DP, connessione Toslink, jack audio 3,5 mm.
  • Dimensioni: 50x50x16 mm (BTA).
  • Peso: 35 g (BTA), 350 g (Soundgear)

 

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment