Sennheiser HD 599

Da grande esperta del mondo delle cuffie, la tedesca Sen-nheiser offre una scelta vastissima di modelli che riesce a coprire ogni esigenza. Dai prodotti da studio alle applicazioni professionali, dagli impieghi hi-fi fino alle nuove linee wireless e con correttore di rumore ambientale, Sen-nheiser ha da sempre offerto un’elevata professionalità in ognuno degli ambiti in cui ha deciso di intervenire. Se poi vuole rinnovare la serie HD 500, uno dei più grandi successi commerciali della storia delle cuffie, vuol dire che ha veramente qualcosa da dire.

È stato solo qualche mese fa che il costruttore tedesco ha presentato la sua nuova linea HD 5. Quattro modelli, di cui l’HD 599 in prova è quello superiore. Due aperti posteriormente, tra cui la 599, e due chiusi. Quattro esemplari caratterizzati dallo stesso design, con al centro la qualità dell’ascolto ed il comfort.

Descrizione e dotazione

L’HD 599 è una cuffia aperta nonostante la forma del suo padiglione lascerebbe supporre il contrario. È una scelta di Sennheiser che mira a sfruttare al massimo il vantaggio di questa tipologia, ricchezza di dettaglio e al tempo stesso una buona corposità del suono. In effetti l’HD 599 si presenta come una cuffia relativamente tradizionale, dal padiglione grande ma non enorme ed inferiore alla media dei modelli aperti. Il design ricercato dell’oggetto e le scelte fatte nei materiali non sono affatto banali, a partire dall’esclusiva colorazione avorio e marrone che la rende davvero unica nel panorama di questi dispositivi.

La morbida pelle cucita per l’archetto è imbottita nella parte interna per un contatto confortevole con la sommità della testa, e l’incredibilmente vellutato cuscinetto imbottito (eventualmente sostituibile) è disegnato per circondare l’orecchio con un comfort di qualità davvero eccellente. Il disegno delle estremità dell’archetto, che possono essere estese per circa 6 centimetri per lato, è molto particolare ed è comune a tutti modelli della linea. Un unico braccio consente al padiglione di fare un piccola rotazione sull’asse orizzontale in modo da adattare il padiglione alla curva del capo. Lo stesso padiglione offre un design accattivante, definito EAR (Ergonomic Acoustic Refinement) con al vertice esterno la parete (micro)forata che pone in comunicazione l’emissione posteriore del trasduttore con l’esterno e con il logo in bella vista.

Una speciale sagomatura è stata realizzata nella parte interna dei padiglioni, che sembra facilitare l’accoppiamento del suono con la struttura dell’orecchio umano. A proposito, il trasduttore impiegato è l’ultima versione del driver Sennheiser da 38 millimetri in versione rinnovata, dichiarato per raggiungere i 35 kHz.

Il morbido cuscinetto delle Sennheiser è sostituibile all’occorrenza.

L’HD 599 non presenta la possibilità di essere ripiegata su se stessa, come invece la Focal e la JBL possono fare, ed il fatto di non offrire in dotazione una custodia o un sacchetto è segno che il suo uso prevalente sia in ambienti chiusi. Anche i due cavi in dotazione ne confermano l’impostazione; sono particolarmente spessi, con uno da 3 metri con jack d’ordinanza da 6,3 millimetri (ed adattatore per riportarlo a 3,5) e l’altro, più agile, da 1,2 metri  con terminazione con jack da 3,5 millimetri, palesemente dedicato all’uso con dispositivi mobili sebbene privo di microfono. Sul padiglione di sinistra (ormai sembra essere uno standard) è presente una presa jack per connettere uno spinotto particolare, dotato di aggancio a “baionetta”.

Conclusioni

Con l’HD 599 la Sennheiser riesce ad offrire una cuffia comoda e leggera, con un grado di comfort elevato, in grado di essere indossata anche durante il movimento pur non essendo dichiaratamente un modello “mobile”. Un’impostazione estetica decisa con un colore particolare che però riesce a conferirle una certa personalità decisa e sicura di sé, caratteristica confermata anche dal punto di vista delle prestazioni, equilibrate e di buon livello.

Rocco Patriarca

L’ascolto

La Sennheiser HD 599 è una cuffia circumaurale aperta ed è una delle ultime prodotte dall’azienda tedesca nel 2016. Il comfort offerto è di buon livello, per il peso contenuto ma anche per la morbidezza dei padiglioni. La sua linea ricorda molto i precedenti modelli della gamma Sennheiser. Come è da tradizione per il noto marchio tedesco la cura costruttiva finalizzata alla comodità d’uso è notevole e trascorrere lunghe sessioni di ascolto in compagnia della HD 599 è realmente poco affaticante.

Anche se, a differenza della Audio-Tecnica ATH-AD700X, la HD 599 ha in dotazione il doppio cavo (uno da 1,2 metri con connettore da 3,5 mm ed un secondo da tre metri con jack da 6,3 mm), la sua vera vocazione, come per la cugina giapponese, rimane essenzialmente l’utilizzo dentro le mura domestiche. Chi conosce il suono Sennheiser non rimarrà deluso dalla HD 599, sebbene io abbia riscontrato una certa caratterizzazione in gamma media e medio-alta, forse un po’ troppo esuberante con alcuni brani, ed una gamma alta a volte leggermente arretrata, ma tutto ciò dipende molto dalle incisioni e dai gusti personali.

Come per tutte le cuffie di questa recensione la prova si è svolta abbinando la Sennheiser sia ad un semplice smartphone che ai vari amplificatori per cuffia che avevo a disposizione. Grazie alle buone caratteristiche di sensibilità e bassa impedenza, può essere collegata al semplice telefonino e suonare sufficientemente forte ma è sicuramente la cuffia del lotto che maggiormente, per potersi esprimere bene, preferisce abbinamenti ad amplificatori, meglio se a valvole. Entrando nel dettaglio dell’ascolto della HD 599 è importante evidenziare che la resa migliore è emersa con l’ascolto della musica classica. Probabilmente il fatto di avere una gamma media leggermente in avanti contribuisce a mettere in evidenza sia gli archi che i fiati ma anche con generi musicali diversi come il rock o il jazz non se se l’è cavata male.

Ascoltando i Pink Floyd con il brano “Comfortably Numb” da “The Wall”, l’headstage è di buon livello, specie la profondità e l’ariosità. La voce di Roger Waters è realistica, distaccandosi bene dal contesto musicale che rimane leggermente arretrato. La scansione dei piani sonori è distinguibile anche se a volte manca una certa incisività che aiuterebbe a rendere i brani ricchi di dinamica più coinvolgenti.

La gamma bassa è bene a punto, profonda e articolata, e aggiunge corpo e tridimensionalità alle voci sia maschili che femminili; con il brano “Fade To Black” dei Dire Straits l’articolazione della gamma bassa è resa bene e la chitarra di Mark Knopfler è limpida ed indipendente. Solo i piatti della batteria sono leggermente arretrati, ma ciò non scalfisce la riproduzione che rimane tutto sommato convincente. Dovendo tirare le somme, direi che la HD 599 è una cuffia che privilegia l’utilizzo domestico e abbinata a un buon amplificatore valvolare riesce a soddisfare un po’ tutti gli utilizzatori, in particolare gli amanti della musica classica.

L. Bianchini


Le Misure effettuate su orecchio artificiale Brüel & Kjær Type 4153

Sensibilità: 192 mV (tensione RMS per 94 dB SPL, rumore rosa)

Risposta in frequenza (banda 40-18.000 Hz, segnale utilizzato: rumore rosa)

Modulo e argomento dell’impedenza

Total Noise Distortion (distorsione non lineare con rumore rosa filtrato, press. 90 dB SPL)

La Sennheiser HD 599 presenta la maggiore impedenza d’ingresso del terzetto di cuffie passive di questa prova, il valore in corrente continua vale poco più di 53 ohm e sale fino ai circa 180 ohm della frequenza di risonanza fondamentale, che si colloca a ridosso dei 100 Hz.

Ciò si riflette naturalmente sulla sensibilità, che è minore delle altre e richiede quindi un amplificatore per cuffia un po’ (ma non molto) più robusto in termini di massima tensione di uscita. La risposta in frequenza risulta molto regolare su tutta la banda udibile, tra l’altro questa Sennheiser arriva quasi a 30 kHz, pur con qualche dB di attenuazione. La TND a 90 dB è paragonabile a quella di un buon diffusore a due vie.

F. Montanucci


Sennheiser HD 599
Cuffia aperta sovraurale

  • Costruttore: Sennheiser Electronic GmbH, Germania
  • Distributore per l’Italia: EXHIBO S.p.A., Via Leonardo da Vinci 6, 20854 Vedano al Lambro (MB). Tel. 039 49841 – Fax 039 4984280 – www.exhibo.it
  • Prezzo: euro 249,00

CARATTERISTICHE DICHIARATE DAL COSTRUTTORE

  • Risposta in frequenza: 12 Hz-38,5 kHz.
  • Impedenza: 50 ohm.
  • Pressione sonora (SPL): 106 dB (1 kHz / 1 V RMS).
  • THD: <0,1% (1 kHz / 100 dB).
  • Peso: 273 g

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *