Focal Spark Wireless

Scintille senza fili

Focal, casa francese conosciuta per i suoi diffusori di ottima fattura e per le cuffie dalle grandi prestazioni, si propone anche nella produzione di auricolari di qualità per dispositivi mobili.

L’azienda francese Focal, che annovera in catalogo prodotti di altissimo livello come i diffusori Utopia e le omonime cuffie, è andata a cimentarsi nel segmento degli auricolari di qualità per i dispositivi mobili. Ecco arrivare la versione Wireless degli Spark, i cui componenti, il design e la finitura in alluminio sono condivisi con la versione “normale”. I driver elettrodinamici da 9,5 mm sono realizzati in Mylar, una resina termoplastica; i cavi che uniscono i diversi elementi degli auricolari sono a sezione piatta.

La presa microUSB presente sul piccolo controller con la pulsantiera utilizzabile sia per l’accensione e la regolazione del volume che per la gestione delle chiamate, serve per ricaricare la batteria integrata che fornisce fino a 8 ore di autonomia, mentre la connettività senza fili è assicurata dall’interfaccia Bluetooth 4.1 inserita, assieme ad elettronica e batteria, nel contenitore poco più grande del controller.

Gli auricolari sono indicati come compatibili con il codec aptX per l’ottimizzazione della trasmissione del segnale senza fili. Nella confezione troviamo 3 paia di gommini in silicone di diversa misura, il cavo microUSB/USB per ricaricare la batteria, la clip magnetica per fissare la batteria durante l’uso in attività sportive e la custodia per il trasporto. Gli auricolari sono disponibili in finitura argento oppure nero/argento.

La prova

Ho utilizzato uno smartphone Android di ultima generazione e una scaletta formata da tracce in FLAC prese da un variegato insieme di generi musicali, cercando di comprendere se ce ne fosse qualcuno più indicato per l’ascolto con questi auricolari. Il processo di accoppiamento via Bluetooth è pressoché immediato, l’isolamento dai rumori ambientali che si ottiene indossando gli Spark Wireless è buono.

La qualità della voce è più che sufficiente: in brani come “Easy Living” oppure “It Might Be You” da “Friends for Schuur” si apprezza l’intensità dell’interpretazione di Diane Schuur. Rispetto ad altri auricolari simili che ho potuto provare in passato ho notato una gamma bassa enfatizzata, ma abbastanza asciutta.

Ad esempio, ascoltando alcuni brani tratti da “Buena Vista Social Club” ho riscontrato una buona – seppur non eccezionale – estensione delle percussioni anche a volume medio-basso. La riproduzione di tracce di musica elettronica come un buon Jean-Michel Jarre d’annata in “Oxigene 2”, “Oxigene 4” o “Equinoxe 5”, è molto godibile. Con la musica classica provo a delineare meglio le prestazioni degli auricolari: il suono degli archi appare un po’ compresso, e nell’insieme, in effetti, ho notato che la riproduzione della gamma media è un po’ “schiacciata”, con uno sbilanciamento verso gli estremi della banda in basso e in alto. In generale forse con la musica elettronica e ritmica si ottiene il migliore ascolto.

La custodia da viaggio semirigida in tessuto è minuscola, entra tranquillamente in tasca.

Devo rilevare che il cavo USB per la ricarica in dotazione è molto corto, la lunghezza è stata sacrificata per la trasportabilità nella compattissima custodia da trasporto, ma in caso di necessità è possibile utilizzare qualsiasi altro cavo analogo (ad esempio quello di uno smartphone).

I gommini aggiuntivi permettono di gestire al meglio l’inserimento nel canale uditivo e impedire eventuali fuoriuscite delle capsule, mentre la clip magnetica, che è rivestita in gomma, ha una fessura nella quale far passare uno dei due auricolari impedendone la caduta quando si utilizza per l’attività fisica. In ogni caso bisogna tenere in considerazione che questo prodotto non offre alcuna protezione di tipo IP da polvere e liquidi, quindi bisogna fare attenzione durante l’utilizzo “estremo”. Buona l’autonomia della batteria, come il livello di finitura degli auricolari.

Conclusioni

La comodità degli auricolari in-ear è una valutazione del tutto personale, in ogni caso gli Spark Wireless di Focal hanno delle caratteristiche qualitative discrete, in particolare per la resa alle basse frequenze e la connettività Bluetooth assolutamente semplice. Il prezzo è allineato alle caratteristiche del prodotto, peccato per le incongruenze che ho riscontrato in gamma media.

Marco Meta


Ci è piaciuto

  • Basso profondo
  • Facilità d’uso

Non ci è piaciuto

  • Gamma media un po’ compressa

Carta d’identità

  • Marca: Focal
  • Modello: Spark Wireless
  • Tipo: cuffie in-ear Bluetooth
  • Driver: 9,5 mm in Mylar.
  • Risposta in frequenza: 20 Hz-20 kHz.
  • Impedenza: 16 ohm.
  • SPL: 103 dB (@1 mW/1 kHz).
  • THD (@1mW/50 Hz – 10 kHz): <0,3%.
  • Microfono: omnidirezionale.
  • Connettività: Bluetooth 4.1.
  • Codec: compatibile aptX.
  • Autonomia: fino a 8 ore, tempo ricarica 2 ore.
  • Peso: 14 g

Distribuito da: Tecnofuturo srl, Via Rodi 6, 25124 Brescia. Tel. 030 2452475

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *