Yamaha WX-010

In rappresentanza della variegata famiglia MusicCast, introdotta da Yamaha nell’ormai preistorico 2003, abbiamo in prova un piccolo sistema dalla voce grande.

Quella degli apparecchi MusicCast è una famiglia davvero multietnica, nel senso che al suo interno troviamo di tutto: sintoamplificatori HT, soundbar, singoli componenti e sistemi hi-fi completi, nonché un adattatore per aggiungere la compatibilità anche ad apparecchi che ne sono sprovvisti, oltre ovviamente a numerosi sistemi di altoparlanti wireless come il WX-010, commercializzati anche in bundle in svariate configurazioni. La Yamaha definisce MusicCast semplicemente “Your Music Everywhere”.

L’intento è quello di permettere la diffusione di tutti contenuti disponibili attraverso tutti i dispositivi presenti. I contenuti possono essere quelli “liquidi” fisicamente archiviati sul PC o sul NAS o che ci arrivano in rete attraverso i servizi di streaming, oppure quelli registrati su un qualunque supporto riproducibile dal nostro impianto, in pratica qualunque sorgente connessa al nostro ampli MusicCast. Attraverso la app Controller selezioniamo il contenuto e lo indirizziamo al sistema che vogliamo lo riproduca. Naturalmente non è necessario essere in possesso di altri apparecchi oltre all’altoparlante wireless (soundbar incluse) per poterlo utilizzare.

L’unica connessione presente, oltre a quella diretta di alimentazione, è quella di rete. Sulla faccia posteriore ci sono i sistemi di ancoraggio a muro; sulla base c’è una morbida guarnizione in gomma che incorpora i quattro piedini di appoggio, che quindi non possono andare persi come talvolta accade.

La semplice connessione Bluetooth tra smartphone e speaker è la modalità di utilizzo “base”; si potranno utilizzare tutti i servizi di streaming (in Italia sono abilitati Spotify, Napster e Juke) e si può accedere ai propri contenuti in rete (immediato è il controllo dello speaker attraverso Windows Media Player). Importante poi ricordare il pieno supporto all’AirPlay di Apple. Segnaliamo infine che in autunno è prevista la distribuzione di un aggiornamento del firmware che fornirà ai prodotti MusicCast il supporto per Alexa, l’assistente vocale creato da Amazon, rendendo ancora più divertente, scanzonato e sbarazzino l’utilizzo del proprio sistema Yamaha.

Il WX-010

Il WX-010 viene venduto singolarmente o in coppia, ed è possibile eventualmente configurare due unità in modalità stereo. Per quanto riguarda le possibilità di utilizzo come diffusore surround in impianti multicanale, questa opzione è al momento da escludere. Il motivo è in un certo senso insito nella filosofia di altri prodotti Yamaha: i suoi proiettori sonori, ad esempio, sono pensati per virtualizzare i canali surround rendendone di fatto superflua una implementazione fisica.

Sulla parte superiore troviamo i controlli a sfioramento e i LED di stato.

Gli utenti più esigenti potranno sempre ricorrere alla soluzione tradizionale utilizzando diffusori passivi connessi all’amplificatore. Tornando al nostro WX-010, notiamo che è un due vie che utilizza ben due radiatori passivi per rinforzare l’emissione in gamma bassa, affidata ad un woofer da 9 cm accoppiato ad un tweeter da 25 mm.

Dal punto di vista estetico non è particolarmente “espressivo”, essendo ricoperto su tre facce di tela acustica. Dietro il tessuto tutti i driver sono protetti da una griglia in materiale plastico. I comandi, tutti a sfioramento, sono raccolti sul pannello superiore. Oltre a quelli per l’accensione e la regolazione del volume, è presente anche un tasto per la messa in pausa del brano in riproduzione. Posteriormente troviamo il sistema di fissaggio a muro mentre nella parte inferiore ci sono il connettore di alimentazione diretto alla 220 e la presa ethernet. In realtà sul retro è presente anche una connessione USB non menzionata nella documentazione e probabilmente riservata alla manutenzione. Il WX-010 è disponibile in finitura bianca o nera.

La prova sul campo

L’abbinamento in stereo di due speaker è una operazione che non è possibile effettuare tramite app ma occorre agire sui dispositivi con una opportuna combinazione di tasti, riportata sul manuale completo scaricabile online. Dei tre sistemi prova le Yamaha sono quelle con la cubatura minore ed è inevitabile restare piacevolmente sorpresi dalla completezza della risposta, che si estende verso l’estremo inferiore con imprevedibile scioltezza.

La massa sonora delle WX-010 non è certo imponente ma il sistema riesce a sonorizzare un ambiente di dimensioni generose come la nostra sala d’ascolto ad un livello certamente superiore a quello meramente sottofondico. La timbrica è estremamente accattivante, ben bilanciata, definita ma priva di spigoli taglienti, con un ottimo equilibrio tra definizione e delicatezza.

Attraverso la app è possibile accedere ai servizi di streaming e alle risorse di rete, anche attraverso AirPlay.

Ogni speaker può essere associato ad una stanza e le stanze a loro volta possono essere raggruppate. Ad ogni ambiente si può applicare una foto; del brano in riproduzione viene riportata la copertina.

I controlli di tono sono separati per alti, medi e bassi.

La gamma bassa, ben percepibile anche se priva di fisicità (questa ectoplasmaticità è insita in tutti i sistemi con driver di piccole dimensioni) si delinea con maggior chiarezza quando l’ascolto avviene in posizione ravvicinata. La app MusicCast Controller offre tutto quello che serve per utilizzare appieno il sistema in maniera intuitiva; nel corso della prova è stato anche possibile accedere ai file di una chiavetta USB inserita nelle Heos1, il cui sistema la condivideva nella rete come server di contenuti.

Mario Mollo


Yamaha WX-010

Altoparlante wireless

  • Distributore per l’Italia: Yamaha Music Europe GmbH – Branch Italy, Viale Italia 88, 20020 Lainate (MI). Tel. 02 935771 www.yamaha.it
  • Prezzo: euro 169,00 cad.

Caratteristiche dichiarate dal costruttore

  • Altoparlanti: 1 woofer da 9 cm, 1 tweeter da 25 mm, 2 radiatori passivi.
  • Massima potenza di uscita: 25 W (15 W woofer, 10 W tweeter).
  • Connettività wireless: Wi-Fi (802.11 b/g/n), AirPlay, Bluetooth (versione 2.1 + EDR, protocolli A2DP, AVRCP).
  • Formati audio: MP3/WMA/MPEG4/AAC (48 kHz), WAV/FLAC/AIFF (fino a 192 kHz/24 bit), ALAC (fino a 96 kHz/24 bit).
  • Dimensioni (LxAxP): 120x160x130 mm.
  • Peso: 1,7 kg

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *