Xbox One X

supporto WiSA, 1440p e app Amazon

Pochi giorni prima del lancio della nuova Xbox One X, si è appreso che Xbox One è entrata nella lista dei dispositivi che supportano lo standard WiSA (Wireless Speaker and Audio Association). Il protocollo consente di trasmettere in streaming fino a 7.1 canali con qualità lossless 24 bit/96 kHz, sfruttando la gamma di frequenze 5,2÷5,8 GHz, poco utilizzata e quindi virtualmente immune da interferenze.

Se non desta più sorpresa che le tecnologie audio più aggiornate trovino applicazione anche nel gaming, come dimostrano i titoli Xbox One X Crackdown e Gears of War 4 in Dolby Atmos, la strategia di Microsoft interessa più strettamente il lato multimediale della sua nuova console. La tecnologia WiSA è spesso appannaggio di prodotti di fascia premium, appartenendo al consorzio brand come Bang & Olufsen, Harman-Kardon, JBL, LG, Onkyo e Pioneer.

Già insignita a pieno merito del titolo di console più potente del mercato, l’integrazione della tecnologia WiSA aumenta sicuramente l’appetibilità di Xbox One X come riproduttore A/V nei confronti degli Ultra HD Blu-ray convenzionali.

Un’altra peculiarità di Xbox One X, confermata allo stesso modo appena prima che arrivasse nei negozi, è il supporto alla risoluzione 1440p. Il formato QHD 2560 x 1440 viene adottato da una larga percentuale di monitor PC gaming. Del resto le sue prestazioni sono tali da poterla considerare un potenziale concorrente anche per i computer, riferendosi ovviamente alla fascia entry level del gaming.

Sempre ad inizio novembre è stata infine annunciata la disponibilità per l’Italia dell’app Xbox One Amazon Prime Video. Le console Microsoft pareggiano in questo modo il gap con le controparti Sony PlayStation 3/PlayStation 4, per le quali l’app italiana è stata pubblicata già da alcuni mesi. I contenuti streaming sono disponibili con qualità fino a 4K HDR10 e audio Dolby Digital Plus 5.1. Rimane ancora nei confini del Nord America invece l’offerta in Dolby Vision, che include serie come Mozart in the Jungle, The Man in the High Castle o The Grand Tour.

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *