MusicCast: Yamaha ridefinisce l’esperienza dell’audio multiroom

MusicCast_1

 

Con grande riservatezza lo scorso 17 giugno Yamaha ha convocato la stampa specializzata e i maggiori dealer europei ad Amburgo in Germania, a pochi chilometri di distanza dal quartier generale della divisione Music della casa dei tre diapason. I partecipanti hanno dovuto sottoscrivere ed adempiere un impegno di riservatezza fino al 20 agosto prima di poter svelare la principale novità per la prossima stagione. Il giorno è arrivato e finalmente possiamo divulgare l’introduzione della rinnovata tecnologia MusicCast, profondamente cambiata rispetto alla prima edizione del 2003 e destinata a rendere l’audio multiroom sempre più fruibile. Un sistema che equipaggerà un numero di prodotti sempre crescente, tutti molto avanzati nella gestione e trasmissione del segnale digitale, ognuno dei quali potrà comportarsi da sorgente per un impianto domestico multiroom grazie alla capacità di collegamento ad altri componenti Yamaha, disposti a piacere in diverse stanze. MusicCast infatti, via Wireless o appoggiandosi alla rete domestica già presente oppure creando una rete autonoma su cui si andranno a collegare altri prodotti Yamaha, trasmetterà il programma musicale nei vari ambienti. Gli apparecchi con il logo Yamaha MusicCast saranno equipaggiati con Apple AirPlay, con un ricevitore Bluetooth e un modulo WLAN. La maggior parte di tali componenti disporrà del classico collegamento LAN oppure potrà comunicare molto più facilmente tramite Wireless Music System. È prevista un’ampia la capacità di gestione delle sorgenti attuali più disparate: da Apple AirPlay ai servizi streaming come Spotify, dallo streaming Bluetooth da Smartphone o Tablet (per i quali è stata realizzata una app Yamaha MusicCast per iOS e Android nell’ottica di offrire soprattutto la semplicità d’utilizzo) alla radio via internet senza tralasciare il buon vecchio CD. Gli apparecchi più elevati in gamma inoltre saranno in grado di gestire i formati in alta definizione come Flac fino a 192 kHz e DSD 5,6 MHz.

image

 

Al momento sono 23 i nuovi prodotti MusicCast, di diverse tipologie per mettere d’accordo tutti gli appassionati di musica andando ad interessare sistemi Hi-Fi o Home Cinema. Tra i classici componenti Hi-Fi spicca il sintoamplificatore stereo R-N602, 100 watt per canale che mette a disposizione della rete MusicCast tutte le sorgenti audio collegate tramite agli ingressi (ottico, Coax, Phono e 3 analogici) oltre lo streaming di rete come Napster e Spotify. Sono previsti anche due nuovi modelli della serie Micro Hi-Fi Piano Craft, i modelli MCR-N670 e MCR-N870 quest’ultimo dotato di USB DAC (32 bit, 384 kHz).

Sul versante Audio-Video i sintoamplificatori della serie RX-V79 e della serie AVENTAGE RX-A50 possono accedere a contenuti inviati da altri componenti MusicCast. Allo stesso modo possono mettere a disposizione della rete tutti i segnali audio delle sorgenti ad essi collegate direttamente, incluso il canale di ritorno audio (HDMI -ARC) di un televisore. Questi ricevitori sono già presenti sul mercato e potranno ricevere ora un aggiornamento firmware gratuito. MusicCast supporterà inoltre le soundbar YSP-1600, la soundbase SRT-1500 ma soprattutto lo straordinario Digital Sound Projector YSP-5600, prima soundbar compatibile con Dolby Atmos. Il nuovo preampificatore top di gamma della serie AVENTAGE CX-A5100, destinato ad affiancare all’amplificatore finale multicanale Yamaha MX-A5000, sarà integrato anch’esso con il sistema MusicCast.

Non da ultimo Yamaha offre una serie di altoparlanti di rete compatti, il riferimento è per lo speaker WX-030 e per l’ISX-80, un sintonizzatore radio con integrato un orologio LED di design con sveglia e un’uscita AUX per sorgenti audio che non possono essere collegate tramite Bluetooth o WLAN. Questi ultimi prodotti saranno disponibili singolarmente o anche in un pacchetto Trio unitamente alla soundbar YSP 1600.

In linea con la lunga esperienza nella produzione di diffusori monitor da studio attivi Yamaha inoltre presenta gli NX-N500, che possono mettere a disposizione degli appassionati un sistema audio autonomo ad alta fedeltà con collegamento MusicCast per ogni ambiente. Tra le raffinatezze questi monitor vantano Bi-Amping interno (ogni box dispone di due amplificatori discreti), collegamenti tramite ingresso ottico e una presa mini Stereo, ma sopratutto USB DAC della Steinberg (32 bit, 384 kHz) per il collegamento diretto di PC e laptop.

Dopo la presentazione riservata tenutasi nella splendida Laeiszhalle di Amburgo, della quale la nostra rivista darà ampio reportage sul prossimo numero, Yamaha MusicCast farà il suo debutto pubblico internazionale all’ IFA 2015 (Fiera di Berlino, 4 – 9 settembre). I primi componenti AV con il Wireless Music System saranno sul mercato a partire da settembre 2015.

Andrea Allegri

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *