iPhone X

con display OLED HDR e video 4K/60p

 

Il keynote dello scorso 12 settembre è culminato nella presentazione di iPhone X, inteso come “ten”, arrivando a dieci anni di distanza dal primo modello. A sovrintenderne il funzionamento è il nuovo SoC A11 Bionic, la cui CPU è accreditata di una potenza del 70% superiore rispetto al precedente A10, mentre la GPU è del 30% più veloce oppure del 50% più efficiente. La conferenza ne ha sottolineato le superiori prestazioni in applicazioni gaming e AR.

L’innovazione più significativa è però lo schermo con bordi arrotondati, dove Apple utilizza per la prima volta la tecnologia OLED. Esteso su quasi l’intera superficie, il display è infatti un AMOLED di origine Samsung, caratterizzato dall’inedito A/R 19,4:9. Il pannello da 5,8” è a risoluzione 2436 x1125 e vanta una luminosità di ben 625 NIT. Garantisce inoltre la copertura dello spazio colore DCI-P3, in quanto iPhone X potrà riprodurre contenuti HDR10 e Dolby Vision da servizi come Amazon e Netflix.

La funzione True Tone regola automaticamente la temperatura colore in base alla luminosità ambientale. Uno schermo così esteso ha comportato la rimozione del tasto “Home”, sostituito da una ricca serie di gesture oppure funzioni legate al nuovo tasto di accensione, come ad esempio per Siri e Apple Pay. Viene momentaneamente abbandonata la tecnologia TouchID, a causa della difficoltà di integrare il lettore di impronte digitali nel nuovo display. Non manca comunque un sistema di riconoscimento biometrico, grazie ai nuovi sensori collocati nella zona superiore.

 

Il sistema FaceID si basa sulla nuova True Depth Camera, in grado di identificare l’utente anche al buio e riconoscere modifiche estetiche come i cambi di acconciatura. Il margine di errore dichiarato è di solo 1 su 1.000.000:1, contro l’1 su 50.000 di TouchID. I dati biometrici sono memorizzati all’interno del SoC e non vengono condivisi con Apple.

Oltre ai sensori e alla fotocamera frontale (7MP, f/2,2:1), nella “penisola” superiore, sono presenti tre elementi chiave per il riconoscimento facciale: “flood illuminator” che genera la luce IR, “dot projector” responsabile della mappatura 3D mediante la rilevazione di 30.000 punti e “infrared camera”, che acquisisce lo schema geometrico e la traccia termica riflessa dal volto.

Le due fotocamere posteriori, rispettivamente con lente grandangolare f/1,8:1 e ottica “tele” f/2,4:1 hanno una risoluzione di 12MP, stabilizzatore ottico, illuminatore a 4 LED e possibilità di riprese 4K/60p o 1080/240 fps.

 

La parte fotografica permette elaborazioni sulle immagini che saranno particolarmente apprezzate da chi si cimenta con il fotoritratto. Ricoperta in vetro da ambo i lati per la nuova funzione di ricarica wireless, la scocca ha i bordi in alluminio e vanta la certificazione IP76 per la resistenza a spruzzi d’acqua e polvere.

Il tutto viene offerto a 1189,00 euro per il modello da 64 GB e 1359,00 euro per quello da 256 GB, con finitura argento o “grigio siderale”. Preordini dal 27 ottobre con disponibilità dal 2 novembre.

 

 

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *